Statuette rubate al cimitero di Cercino, arrestato per ricettazione

Un brianzolo, approfittando della scarsa affluenza nel luogo di culto, aveva divelto le statue dai supporti per poi caricarle nel bagagliaio della propria automobile.

Statuette rubate al cimitero di Cercino, arrestato per ricettazione
Arresto per ricettazione, le statue rubate

Nel primo pomeriggio di ieri i militari della Stazione Carabinieri di Traona hanno proceduto all’arresto di Z.D., 46enne brianzolo, trovato in possesso di due statuette in bronzo del valore di circa 4mila euro, asportate poche ore prima dal cimitero di Cercino. Come ricostruito in seguito, l’uomo si era introdotto in mattinata nel cimitero e, approfittando della scarsa affluenza nel luogo di culto, aveva divelto le statue dai supporti per poi caricarle nel bagagliaio della propria automobile.

Recentemente i carabinieri si erano concentrati nelle ricerche dei soggetti responsabili di analoghi furti consumati in provincia nel mese di ottobre e proprio le indicazioni raccolte dalla popolazione hanno permesso di procedere al controllo del veicolo condotto da Z.D. Saranno le successive indagini, attualmente in corso, ad accertare se l’uomo sia collegato anche agli altri furti.

L’uomo, tratto in arresto con l’accusa di ricettazione, è stato sottoposto questa mattina a giudizio direttissimo presso il Tribunale di Sondrio, che lo ha condannato a 4 (quattro) mesi di reclusione e 300 (trecento) euro di multa.

Nei suoi confronti i carabinieri hanno inoltre richiesto il foglio di via, misura finalizzata ad interdire all’uomo di fare rientro nella provincia di Sondrio, pena l’arresto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA