Rapine in Bassa Valle
Due i sospettati

Svolta nelle indagini sulla raffica di aggressioni avvenute in Bassa Valle negli ultimi dieci giorni. Due uomini residenti in zona sospettati del colpo in città. Potrebbero essere loro gli autori anche degli altri

Rapine in Bassa Valle Due i sospettati
Tranne l’ultima rapina tutte le altre sono state ai danni di donne in strada da sole

Non c’è ancora alcun provvedimento formale nei loro confronti, ma sono stati identificati gli autori della rapina messa a segno domenica sera a Morbegno, ai danni di un passante. Non un bandito solitario, dunque, ma di due persone si tratta, una delle quali ha aggredito l’uomo. mentre l’altro ha fatto da “palo”.

Ora si cerca di capire se i due - residenti in zona - siano gli stessi che in dieci giorni hanno messo a segno anche le altre cinque rapine avvenute in Bassa Valle e in che modo abbiano agito, dal momento che le vittime hanno detto di essere state prese di mira da una sola persona.

Vittime minacciate con il coltello e con la pistola prima a Delebio, poi a Nuova Olonio, quindi Piantedo, Dubino e infine Morbegno. In più c’è stato anche un tentativo non andato a segno sabato sera a Colico. Ed è stato l’ultimo episodio in ordine di tempo ad avere cambiato le carte in tavola.

Domenica, fra l’altro, per la prima volta l’obiettivo non è stata una donna sola, come era successo sino al giorno prima, bensì un uomo di mezza età che stava tornando a casa in una via poco distante dal centro.

Si diceva che non ci sono ancora provvedimenti formali nei loro confronti: trascorsa la flagranza, infatti, per procedere a con le misure restrittive occorre l’ordinanza di un giudice.

Si tratta comunque di un passaggio importante verso la risoluzione di questo caso che, per la sua frequenza, sta tenendo in apprensione la popolazione e le istituzioni da giorni e che ha scosso la tranquilla routine dei paesi della provincia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA