«Per poter sognare bisogna leggere»

Anche nel centro della città

L’ultima iniziativa con il Maggio dei libri: corti, palazzi e giardini diventati salotti di lettura. Coinvolti studenti, associazioni culturali e librerie

«Per poter sognare bisogna leggere» Anche nel centro della città
Coinvolti nell’iniziativa di ieri gli studenti di tutte l’età

Il centro storico di Tirano con i suoi giardini, corti, palazzi, porte e viuzze, si è trasformato in un incantevole salotto di lettura all’aperto ieri con “Vo(g)liamo leggere”, la giornata dedicata alla lettura ad alta voce all’interno del programma “Maggio dei libri”, promosso da Tirano “Città che legge”.

Il Patto per la lettura, siglato pochi giorni fa, è entrato già nel vivo con l’organizzazione di una giornata che ha coinvolto gli studenti di tutti gli ordini, gruppi di lettori di tutte le età, associazioni e librerie con il coordinamento della biblioteca e dell’assessorato alla Cultura, soggetti promotori attivi di cultura. I cittadini, le famiglie e i turisti hanno apprezzato l’atmosfera dove le parole hanno fatto sognare . In sessioni di circa venti minuti, sono stati allestiti ventidue punti di lettura dalla mattina al tardo pomeriggio con diversi temi e in diversi punti.

. La giornata si è chiusa nel chiostro del municipio con la poesia “Libertà” di Paul Eluard. Soddisfatte della partecipazione e dell’entusiasmo che si è respirato l’assessore alla Cultura, Sonia Bombardieri e la responsabile della biblioteca, Vania Fasolo. Si conclude così il “Maggio dei libri”, iniziativa nazionale del Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per avvicinare alla lettura con ventisei appuntamenti soltanto a Tirano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA