Massi pericolanti, la Valeriana resta chiusa per il disgaggio

Massi pericolanti, la Valeriana resta chiusa per il disgaggio

Si protrarrà oltre mercoledì la chiusura della Valeriana all’altezza della Valletta. Problemi di sicurezza hanno suggerito la permanenza del cantiere per effettuare la rimozione di una serie di massi che incombe sulla strada.

Mercoledì il cantiere della nuova superstrada, a poca distanza dal ponte Vanoni che attraverso via Forestale unisce la Costiera dei Cech a Morbegno, avrebbe dovuto essere smantellato. Invece,Francesco Bongio, tecnico esterno incaricato dal Comune di Morbegno di seguire la partita della nuova Statale 38 spiega che «il disgaggio del materiale dalla montagna si è rivelato più problematico del previsto». La roccia si presenta molto friabile, inoltre si è aggiunta la presenza di un traliccio e già domenica si sono dovute interrompere le opere durante la notte per evitare situazioni di pericolo.

È quindi necessario che venga alzata di tre, quattro metri la quota della pista di cantiere in modo che l’escavatore riesca a procedere a un’altezza maggiore per togliere altro materiale dalla parete. I lavori devono essere eseguiti in assoluta sicurezza, sia per chi opera nel cantiere, ma anche per garantire l’incolumità di chi transita nel tracciato sottostante, su cui potrebbero precipitare massi e terriccio. «Per questo - aggiunge Bongio - l’ordinanza di chiusura al traffico proseguirà per qualche giorno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA