Lotta allo spaccio fuori dalle scuole. Verranno installate cinque telecamere

Morbegno Sottoscritto il protocollo d’intesa tra la Prefettura e il Comune. Fondi dal ministero. Gavazzi: «Potenziare la videosorveglianza in uno dei principali comprensori della provincia»

Lotta allo spaccio fuori dalle scuole. Verranno installate cinque telecamere
Il liceo artistico Ferrari, qui verranno installate tre telecamere all’ingresso

Arrivano nuove telecamere per tenere sotto controllo le zone della città accanto alle scuole superiori. Cinque le telecamere in arrivo: tre all’ingresso del liceo artistico Ferrari e dell’istituto professionale Enaip in via Credaro, una accanto all’istituto superiore Romegialli in via Cortivacci e una nei pressi dell’istituto superiore Saraceno in via Per San Marco.

Ordine e sicurezza

L’intervento rientra nell’iniziativa “Scuole sicure 2022-2023 per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nelle scuole” per la quale ieri è stato sottoscritto il protocollo d’intesa tra la Prefettura e il Comune di Morbegno. Ieri, infatti, si è riunito il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica (Cposp) di Sondrio presieduto dal prefetto Roberto Bolognesi alla presenza del presidente della Provincia, dei sindaci di Morbegno e di Sondrio, del questore, dei comandanti provinciali dei carabinieri e della guardia di finanza, è stato esaminato e approvato un progetto in materia di videosorveglianza, presentato dal Comune di Morbegno, che si inserisce nell’ambito dell’iniziativa del ministero dell’Interno “Scuole Sicure”.

Nel dettaglio

«Il progetto, illustrato dal sindaco di Morbegno Alberto Gavazzi e approvato dopo una serie di approfondimenti durante la seduta del Comitato - spiegano dalla Prefettura - prevede il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza esistente posto a presidio dell’area nella quale insiste uno dei principali comprensori scolastici della provincia. L’importante intervento verrà cofinanziato in misura rilevante dal ministero».

Entra nel dettaglio il sindaco Gavazzi. «Le aree che verranno videosorvegliate sono quelle adiacenti alle scuole - precisa - Qui verranno installate cinque nuove telecamere». Le zone sono state individuate come idonee alla luce di episodi precedenti, come ad esempio atti di vandalismo, e per prevenire eventuali situazioni rischiose. Insieme agli occhi elettronici saranno posizionati i cartelli che indicheranno come la zona sia sottoposta a videosorveglianza così come previsto dalla legge.

Al termine della seduta del Comitato sulla sicurezza, il prefetto di Sondrio e il sindaco del Comune di Morbegno hanno sottoscritto un protocollo di intesa che regola le modalità di erogazione del contributo economico statale. «L’iniziativa - dicono dalla Prefettura - si inserisce nell’ambito dell’attività svolta in sinergia tra la Prefettura e le altre istituzioni provinciali e le forze di polizia al fine di arginare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, che spesso si registra in prossimità degli istituti scolastici e nei luoghi più frequentati da studenti e ragazzi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA