Lo skipass under 16 fa il bis, con qualche novità

Ci stanno ancora lavorando, tecnici e politici insieme, ma di sicuro lo stagionale per i bambini e i ragazzi della provincia di Sondrio, introdotto in forma gratuita lo scorso anno, sarà riproposto nella stagione 2017-2018.

Lo skipass under 16 fa il bis, con qualche novità

Magari con qualche correttivo, di natura gestionale e anche economica, ma il Consorzio Bim con il suo nuovo direttivo riproporrà un’iniziativa che, al netto di qualche limatura necessaria, è stata giudicata unanimemente positiva.

Nelle scorse settimane si sono succeduti una serie di incontri. Prima l’esecutivo, poi il tavolo al quale siedono gli enti (Comunità montane, Provincia e Comune di Sondrio) e anche quello con gli addetti ai lavori, gli impiantisti.

La volontà emersa è chiara: riproporre l’iniziativa ottimizzando al meglio l’esperienza dello scorso anno e cercare di limitare le criticità comunque emerse, provando anche ad intervenire sul fronte dell’equità economica. «Stiamo ancora lavorando» dice il presidente del Bim, Alan Vaninetti.

Dettagli pratici, intanto Vaninetti non ne fornisce, ma lo skipass per la prossima stagione potrebbe non essere più completamente gratuito. Potrebbe cioè essere chiesto un contributo alle famiglie - da capire se tutte o in base a qualche dato reddituale - nell’ordine dei dieci o venti euro a testa e quei soldi essere poi impiegati per l’organizzazione di corsi di sci piuttosto che reinvestiti su altri sport.

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA