Le punta il coltello: «Dammi i soldi»
Donna rapinata lungo la ciclabile

Piantedo, la signora, di 70 anni, è stata avvicinata da un uomo che poi si è dato alla fuga

Le punta il coltello: «Dammi i soldi» Donna rapinata lungo la ciclabile
Un controllo dei carabinieri in una foto di archivio

Un’altra rapina a mano armata in Bassa Valle. Questa volta la vittima è una donna di 70 anni che ieri mattina a Piantedo, rincasando a piedi sulla ciclabile sotto la zona del santuario di Valpozzo, è stata minacciata con un coltello da uomo al quale è stata costretta a consegnare tutti i contanti che aveva nel portafoglio. La donna, comunque, sta bene: «Mi ha salvato la Madonna», sono state le sue prime parole dopo il grosso spavento avuto.

Da ieri il paese è comprensibilmente in allarme e se ne fa portavoce il sindaco Fabiana Pinoli: «Non c’è da stare tranquilli, questo episodio criminale, che mai si è verificato in zona, è il segnale di un disagio diffuso in questo periodo. Ci affidiamo alle forze dell’ordine e siamo pronti con il nuovo sistema di telecamere: l’area Valpozzo è già contemplata».

II fatto si è verificato a sei giorni dalla rapina al negozio di alimentari “Ma. Si.” in via Roma, una strada centrale di Delebio.

Ieri la dinamica è stata simile e anche l’identikit del ladro armato non si discosta da quello fatto dalla negoziante di Delebio: un giovane uomo bianco e sicuramente italiano. La donna, residente a Piantedo, era sola e stava tornando a casa dopo avere portato l’auto dal meccanico. Era sul tratto della ciclabile sotto Valpozzo, a poca distanza dal centro commerciale Iperal, una zona residenziale, quando ha notato un ragazzo che le si avvicinava, poi ha sentito qualcosa alle spalle.

In quel momento non passava nessuno. Quindi l’uomo, approfittando dell’essere indisturbato, l’ha minacciata con un coltello, si è fatto dare i soldi e si è allontanato correndo a piedi. Lanciato l’allarme - la donna ha sporto subito denuncia ai carabinieri - sono arrivate le forze dell’ordine a sirene spiegate, ma ormai il malvivente si era dileguato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA