Le feste non fermano il contagio
Nel fine settimana altri 24 casi

Covid Il dato è contenuto per le minori diagnosi Ma è superiore rispetto a un mese fa

Le feste non fermano il contagio Nel fine settimana altri 24 casi

L’impressione è che si sia di fronte ad un ritorno di Covid in piena regola, tenuto conto che anche il contagio riferito a domenica era alto per la nostra provincia, con 109 nuovi positivi, e che solo il giorno prima, sabato, erano ben 150 i nuovi positivi, con tre Comuni fra quelli con maggior contagio da inizio pandemia con numeri a due cifre. Precisamente, Sondrio, con 17 nuovi positivi, Morbegno, con 10, anche se, a spiccare, era il dato di Valfurva, che indicava in 13 sabato i nuovi positivi, dopo settimane di relativa calma.

Come sempre il dato di positività del lunedì è contenuto, in provincia di Sondrio, per effetto di una minore diagnosi che si effettua alla domenica, però quello di ieri con 24 nuovi casi (più di quelli di Lodi, 21), è un dato che salta all’occhio, perché bisogna andare indietro di quasi un mese, al 21 marzo scorso, per trovare una positività superiore a 20 a inizio settimana (25 per la precisione in quella giornata), e, l’aggravante è rappresentata dal fatto che domenica era pure Pasqua.

Un dato, quello relativo al contagio Comune per Comune, non aggiornato nelle giornate di Pasqua e Pasquetta, per cui questi elementi li potremo conoscere solo oggi. In ogni caso, il quadro, resta a tinte fosche, rispetto alla diffusione del coronavirus in provincia di Sondrio che, in base ai dati della fondazione Gimbe, nella settimana fra il 4 e il 12 aprile, l’ultima in cui è stata effettuata la rilevazione, presentava una variazione del 19,5% dei casi Covid per 100mila abitanti, tale da collocarci al secondo posto, a livello nazionale, dopo Aosta, con un + 26,2%, e subito seguiti da un’altra realtà montana simile alla nostra come Belluno, al + 18,6%.

Un contagio diffuso, quindi, polverizzato in Comuni grandi e piccoli, ma, che non impatta più di tanto sul sistema ospedaliero considerato che, venerdì, i ricoverati al centro Covid Morelli erano 21, stabili rispetto alle settimane precedenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA