L’Aler riparte in via Ligari a Morbegno e punta sul geotermico

Il cantiere fermo fino al 2015 per il fallimento della ditta esecutrice è ripartito e fornirà ventiquattro appartamenti.

L’Aler riparte in via Ligari a Morbegno e punta sul geotermico
Il cantiere di via Ligari come si presentava l’anno scorso

Edilizia sociale convenzionata, nuove case per famiglie e piccoli nuclei con reddito basso, da ottenere in locazione a prezzi calmierati. Aler, Azienda per l’edilizia pubblica con il suo dipartimento che comprende le realtà territoriali di Sondrio, Lecco e Bergamo annuncia la disponibilità entro un anno dei 24 alloggi di via Ligari a Morbegno. Si tratta delle case in costruzione nella zona nord della città, vicino all’Adda, contesto solivo, finiture di alta qualità, una risorsa per la crescente richiesta di edilizia residenziale.

Il cantiere aperto nell’ottobre del 2012, aveva subito un arresto nella fase più buia della crisi dell’edilizia dopo il fallimento della ditta aggiudicatrice. Cantiere che si era letteralmente fermato da un giorno all’altro e per questo Aler aveva richiesto l’intervento del curatore fallimentare. Al termine di un complesso iter burocratico, nel settembre 2015, l’ente che è committente della costruzione, ha messo di nuovo in gara l’appalto, consegnando alla ditta I.Tec.srl il cantiere. In quest’area saranno realizzate due palazzine distribuite su tre piani, per complessivi 24 alloggi a canone sociale e con criteri costruttivi improntati al risparmio energetico.

«Sul nuovo insediamento - ha precisato l’ente - si vuole affermare che chi costruisce in modo energeticamente consapevole risparmia sui futuri costi di gestione e conduzione e incrementa il valore economico dell’edificio. In via Ligari, abbiamo provveduto ad adottare tutte le misure previste dalla normativa per la riduzione di consumi e inquinamento, obiettivi raggiunti grazie ad un progetto che ha tenuto conto di una scrupolosa coibentazione di involucro, di dettagli costruttivi e attraverso lo sfruttamento ottimale delle fonti rinnovabili. In modo particolare con l’utilizzo della geotermia».

Soddisfatti i vertici Aler. «Fare ripartire i cantieri fermi da tempo è stato uno dei principali risultati della nuova gestione dell’ente - ha precisato il presidente Aler di Sondrio, Bergamo e Lecco, Luigi Mendolicchio - lo consideriamo un lavoro che guarda al territorio, oltre che un segno di responsabilità per tutte quelle famiglie in attesa di ricevere una casa». Il dirigente si è recato di persona sul cantiere per constatare lo stato reale di avanzamento lavori. Si parla di un nuovo insediamento del valore di circa 2.370.000 euro. Anche il sindaco di Morbegno Andrea Ruggeri, ha espresso soddisfazione: «Contiamo di inaugurare i nuovi appartamenti entro l’inizio del prossimo anno, una risposta concreta ai bisogni di un territorio colpito, come molti altri, dall’emergenza casa. La sinergia con i vertici Aler hanno favorito il buon esito di questa lunga vicenda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA