La Val di Mello al centro del mondo

Seimila appassionati di arrampicata da tutti i Paesi hanno invaso la piana sotto il Sasso Remenno. Organizzatori soddisfatti: «Una delle novità di questa edizione è l’elevata partecipazione dei giovanissimi»

La Val di Mello al centro del mondo
Melloblocco presa d’assalto
(Foto di Silvio Sandonini)

Un’organizzazione impegnata allo spasimo, l’assalto dei seimila climber tutti ad assiepare una Val di Mello soleggiata e accogliente.

La distesa di tende montate in ogni angolo e piazzola nella piana del Sasso di Remenno, la festa nella serata di ieri, festa di sabato che attrae a Filorera tra musica, e animazione anche tanta gente da tutta la Valtellina. Le imprese dei big, l’olandese Jorg Verhoeven, l’altoatesino Michael Piccolruaz, il finlandese Gullsten, il bolzanino Stefan Scarperi. E tra le donne la sempre competitiva Jenny Lavarda, vicentina e ospite abituale in Valtellina, la danese Michelle Theisen, il gruppo di italiane Annalisa De Marco, Anna Borella, Anna Aldè, Federica Mingolla. Il terzo giorno di Melloblocco 2016 consacra la manifestazione valtellinese e della Val Masino come uno dei più grandi raduni sportivi all’aperto del mondo, il più grande dedicato all’arrampicata. Si scala sui “boulder”, i passaggi di roccia tracciati sui massi erratici. Ieri complice il sole che ha dominato sino ad ora il contest, la Val Masino è stata letteralmente presa d’assalto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA