Fusine, disperso nei boschi

cercatore di funghi

Celso Scarinzi, 80 anni, era salito sui monti mercoledì e non è più tornato.

Fusine, disperso nei boschi cercatore di funghi
La fotoelettrica usata l’altra notte per cercare il pensionato disperso

Si cerca da mercoledì sera un uomo di 80 anni che risulta disperso nei boschi sopra Fusine, tra la Val Madre e Val Cervia. L’allarme è scattato nel tardo pomeriggio di mercoledì: in mattinata Celso Scarinzi, appassionato pescatore e cercatore di funghi, era uscito di casa dicendo ai familiari che sarebbe andato a funghi, in questo periodo abbondanti nei boschi valtellinesi.

La zona è la stessa che il pensionato è solito frequentare da sempre, a cavallo tra le due valli che sovrastano l’abitato di Fusine. Nel tardo pomeriggio di mercoledì, non vedendolo rientrare, i familiari si sono allarmati. Il figlio, vigile del fuoco in servizio presso il Comando provinciale di Sondrio, ha lanciato direttamente l’allarme e ha permesso così l’avvio tempestivo delle operazioni di ricerca.

Già nella serata di mercoledì, quindi, sono partite le ricerche e nell’abitato di Fusine è stato allestito un punto di raccordo per organizzare le operazioni, che vedono impegnati, oltre ai vigili del fuoco di Sondrio e Morbegno, anche i tecnici del Corpo nazionale Soccorso Alpino e speleologico, i militari del Soccorso alpino della Guardia di Finanza e i i volontari della Protezione Civile, al lavoro anche un Defender Aambulanzato e un’ambulanza della Croce rossa di Sondrio.

Nelle ore serali, i pompieri sono intervenuti anche con una fotoelettrica, in grado di illuminare la zona in cui si pensa si possa trovare l’80enne. Purtroppo senza esito.

Le ricerche sono riprese ieri mattina all’alba e si sono protratte per tutta la giornata, ma in serata del cercatore di funghi non c’era ancora alcuna traccia.

Con il calar del sole ieri sera le ricerche sono state sospese, ma all’alba di oggi riprenderanno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA