Degusta Morbegno scende in cantina

Morbegno Edizione nel segno della cautela in attesa del ritorno, forse nel 2023, della storica manifestazione. Luca Della Sale (Pro loco): «Assaggi all’aperto e il controllo dei passaggi nel sottosuolo che sono a numero limitato»

Degusta Morbegno scende in cantina
La conferenza di stampa di presentazione dell’evento ieri mattina al Ricircolo di Morbegno

Tempo d’autunno, tempo di vini e cantine a Morbegno dove, per tre fine settimana consecutivi, il 24 e 25 settembre, l’1 il 2 e l’8 e il 9 ottobre riparte Degusta Morbegno che scende in cantina per degustazioni, verticali e camminate.

L’iniziativa è alla sua terza edizione ed è coordinata dalla Pro loco di Morbegno. “Degusta Morbegno - Aspettando le Cantine” sottende il ritorno imminente (si pensa già il prossimo anno) della storica manifestazione “Morbegno in cantina” che anche per il 2022 però, così come è successo per i due anni di pandemia, non si terrà secondo i canoni consueti, ma in forma ridotta.

Vino e piatti tipici

Restano identici però gli ingredienti base dell’iniziativa, come ha spiegato il presidente della Pro loco Luca Della Sale nella conferenza stampa di presentazione che si è tenuta ieri mattina al Ricircolo di Morbegno.

«La proposta ha nelle degustazioni il suo cuore, a base di vino buono, di qualità, e nei piatti tipici offerti all’interno di un percorso caratteristico. Le cantine sono veramente un tesoro di Morbegno, non bisogna quindi aspettare “Morbegno in cantina” per scendere in cantina. Il nostro obiettivo sarebbe di aprirle durante tutto l’anno anche senza degustazione, perché hanno tutte le caratteristiche per attrarre di per sé turismo - ha detto Della Sale -. Quest’anno abbiamo continuato a osservare delle accortezze, visto il periodo, fornendo il kit degustativo, le degustazioni all’aperto e il controllo dei passaggi nelle cantine che sono in numero limitato».

Presente ieri anche il sindaco Alberto Gavazzi, che ha tenuto a sottolineare l’importanza dell’evento «soprattutto in questo momento particolare che stiamo attraversando. Abbiamo passato due anni e mezzo difficili e siamo entrati in un momento forse ulteriormente difficile, ma la vita deve continuare e si deve affrontare il presente e il futuro ovviamente con consapevolezza e le dovute cautele. Siamo a promuovere comunque una festa che Pro loco e la città sapranno condurre con responsabilità e con il giusto equilibrio e serenità. È un momento particolare per le associazioni di volontariato, 15 in tutto quelle che gestiranno i percorsi di Degusta, realtà che ci sono state fino ad oggi e che saranno ulteriormente importanti in questi prossimi mesi, dove i problemi economici si faranno più evidenti».

Ottimismo

Il presidente dei commercianti in Bassa Valle, Mario Rovagnati, ha sottolineato la rinnovata collaborazione con Comune e Pro loco. «Insieme siamo operativi per il bene della città, perché l’obiettivo comune è raggiungere il benessere della città e promuovere il piacere di venire a Morbegno cercando stimoli sempre nuovi e Degusta è un fiore all’occhiello di Morbegno. Nonostante quindi il periodo difficile, vogliamo guardare al domani con ottimismo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA