Da Piantedo a Tirano
il Cammino mariano
Turismo e devozione

Iniziative La Via Occidentale sarà inaugurata a breve Cinque tappe attraverso i luoghi dedicati alla Madonna con arrivo al santuario della patrona della Valtellina

Da Piantedo a Tirano il Cammino mariano Turismo e devozione
In basso il cartello che indica il Cammino mariano delle Alpi

Verrà inaugurata prima dell’estate la Via Occidentale della Cammino delle Alpi, quella che parte da Piantedo e arriva a Tirano (91 km, 5 tappe).

Il Cammino mariano delle Alpi – lo ricordiamo - è un progetto di grande valenza religiosa, culturale e turistica.

L’idea del percorso nasce con l’obiettivo di realizzare un itinerario di trekking che, attraverso la Valtellina e toccando alcuni luoghi di devozione mariana della provincia di Sondrio, conduca fino al santuario della Madonna di Tirano, proclamata nel 1946 da papa Pio XII “celeste patrona della Valtellina”.

L’inaugurazione

Dopo l’inaugurazione del primo tratto Tirano-Teglio il 29 settembre 2019, nella ricorrenza dell’Apparizione della Madonna, si stanno ultimando i lavori per il restante tratto da Teglio a Piantedo. Il progetto, nato su idea dell’associazione “Cammikando” di Tirano, è stato inizialmente accolto dal Comune di Tirano e dalla Rettoria del Santuario della Madonna di Tirano, per assumere una dimensione di ampio respiro con il coinvolgimento della Provincia di Sondrio.

«I lavori stanno andando avanti – afferma il presidente della Provincia, Elio Moretti -. Si sta valutando anche per una giornata di inaugurazione. In alcuni punti – quelli più comodi per lo più – la cartellonistica è stata posta, ma non tutto il tracciato è stato coperto dalle bacheche e si devono concludere anche i punti di sosta».

Il Cammino mariano passerà in parte per il versante orobico e in parte per quello retico andando a seguire sentieri esistenti, strade vasp, tratti interpoderali già esistenti che sistemeremo e segnaleremo.

I progetti

Volutamente si è deciso di far coincidere, dove possibile, il percorso con sentieri già presenti per non sconvolgere il territorio creando nuove strade.

Naturalmente saranno toccati, com’è nello spirito del progetto, i santuari mariani su indicazione di Cammikando.

Si attende, dunque, l’ultimazione dei lavori per un progetto che ha già trovato il favore del pubblico.

Il percorso fra Teglio e Tirano, infatti, è molto frequentato dai trekker quasi in tutti i mesi dell’anno. «Abbiamo realizzato il percorso Tirano-Teglio (11 km, 4 ore di percorso) tre anni fa ed è giunto il momento di completarlo perché credo in questo progetto insieme a Cammikando che lo ha fortemente voluto» prosegue Moretti.

Grande risorsa

«Sono convinto - aggiunge il presidente dell’amministrazione provinciale - che, da qui, passi il turismo del futuro«.

«Non a caso - precisa Moretti - come Provincia sosterremo anche il progetto Orobikeando, volto a creare una rete ciclabile delle Alpi Orobie che attraversi le province di Bergamo e Sondrio».

Intanto per chi volesse avere maggiori dettagli e saperne di più è disponibile per tutte le informazioni il sito internet dedicato www.camminomarianodellealpi.it

Qui si possono trovare le tappe, le mappe, consigli su come arrivare, dove dormire. Sempre dal portale si potrà avere la credenziale del pellegrino che è appunto una sorta di attestato di presenza a tutti gli effetti che resterà come ricordo.

Sarà infatti scaricabile e disponibile senza oneri di spesa tra qualche mese nell’attesa della completa fruibilità del percorso.

Si tratta del documento o passaporto che dimostra l’avvenuta percorrenza del Cammino mariano delle Alpi, da certificare attraverso i timbri predisposti per ciascuna tappa.

La credenziale andrà quindi presentata al rettore del Santuario della Madonna di Tirano per ottenere il “testimonium”, una speciale pergamena che attesta il completamento dell’itinerario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA