Chiusura del pronto soccorso di Morbegno, diluvio di “no” on line e su carta

L’iniziativa del neonato comitato sta avendo grandissimo seguito. Dai cittadini l’appello a sindaci ed enti locali a unirsi «com’è successo per il Morelli di Sondalo»

Chiusura del pronto soccorso di Morbegno, diluvio di “no” on line e su carta
Già più di di mille “no” alla prevista trasformazione del Pronto soccorso in Ppi, punto di primo intervento

Cinquecento firme in calce alla petizione cartacea e oltre 1.200 (a ieri sera) sostenitori on line: il comitato popolare della Bassa Valle che si è riunito per salvare pronto soccorso e servizio del 118 a Morbegno miete consenso e nel giro di soli tre giorni ha raggiunto numeri considerevoli di sostenitori.

I promotori della mobilitazione popolare invitano quindi l’opinione pubblica a farsi sentire e a sottoscrivere il documento che si può trovare a Morbegno alla cartoleria Le coccinelle di via Prati Grassi oppure alla pizzeria Me Rangi in via Forestale sempre a Morbegno, ma anche il bar della stazione, Vignantica, 7bello, Magoni bar, Valeri ottica, Giacomel, bar Cappuccini, La bottega, il negozio Gatto volpe baby, bar Gallery, Ronconi merceria, colorificio Fanchi, Complici, erboristeria Armonia, bar, Berta, Bazar, libreria Piccolo Principe «questi sono i primi punti di raccolta e nei prossimi giorni renderemo noti gli altri spazi dove si potrà sottoscrivere la raccolta firme». Ma la mobilitazione popolare corre anche sul filo della rete di internet e il comitato “Ps/118 salviamo la sanità alpina” oltre alla pagina Facebook dedicata (“salviamo la sanità alpina”) ha avviato la raccolta firme su https://www.change.org/p/ats-della-montagna-no-alla-chiusura-del-pronto-soccorso-di-morbegno .

L’altro fronte sul quale stanno lavorando i cittadini è quello istituzionale.
L’obiettivo è coinvolgere gli enti locali a unirsi alla battaglia popolare in difesa del presidio sanitario morbegnese. Il comitato, infatti, invita i Comuni e gli altri enti ad unirsi alla mobilitazione come «è successo a Sondalo». Una proposta quanto mai attuale e stringente, visto che mercoledì prossimo in municipio a Morbegno su invito del sindaco Andrea Ruggeri si confronteranno sul tema.

© RIPRODUZIONE RISERVATA