Turismo in Valmalenco: «Presenze aumentate. Ma ora salto di qualità»

Turismo in Valmalenco: «Presenze aumentate. Ma ora salto di qualità»

Primo bilancio. Analisi di Pinna, direttore del consorzio: «Ormai i clienti vanno quotidianamente conquistati. Servono investimenti e ristrutturazioni significative».

Turismo in Valmalenco: «Presenze aumentate. Ma ora salto di qualità»

Primo bilancio. Analisi di Pinna, direttore del consorzio: «Ormai i clienti vanno quotidianamente conquistati. Servono investimenti e ristrutturazioni significative».