Al lago Palù l’appello del vescovo Coletti per la Custodia del Creato

Al lago Palù l’appello del vescovo Coletti per la Custodia del Creato

«Il pianeta non un posto in cui possiamo fare di tutto e di cui possiamo approfittare, ma una casa di cui dobbiamo essere custodi e non sfruttatori, dove vivere i nostri sentimenti, i nostri affetti, le nostre paure e le nostre preoccupazioni»

Al lago Palù l’appello del vescovo Coletti per la Custodia del Creato

«Il pianeta non un posto in cui possiamo fare di tutto e di cui possiamo approfittare, ma una casa di cui dobbiamo essere custodi e non sfruttatori, dove vivere i nostri sentimenti, i nostri affetti, le nostre paure e le nostre preoccupazioni»