Watermelon Slim, un bluesman di razza al Mambo di Piateda
Watermelon Slim (Bill Homans), bluesman americano (Foto by Paolo Redaelli)

Watermelon Slim, un bluesman di razza al Mambo di Piateda

Occasione da non perdere questa sera per ascoltare dal vivo il quotatissimo artista statunitense

Arriva al Mambo di Piateda questa sera un autentico bluesman, uno di quelli giusti. Watermelon Slim fa tappa, nel suo tour italiano, al locale di Paolo Stangoni, grazie all’interessamento di Fabio Nobili, portando tutta la bellezza del blues elettrico di Sam Lightnin’Hopkins e John Lee Hooker, accompagnando la sua voce rugosa con chitarra e armonica, conducendo in un viaggio affascinante nella musica che è alla base di tanto rock moderno, Metallica e Depeche Mode compresi.

Nato come Bill Homans nel 1949 a Boston, ma cresciuto nella Carolina del Nord, Slim si è esibito con musicisti del calibro di Hooker, Robert Cray, Champion Jack Dupree, Bonnie Raitt, Country Joe Mc Donald . La sua musica è quella del Delta del Mississippi, da dove provengono musicisti come Robert Johnson, Muddy Waters, Howlin’ Wolf, ha un modo tutto suo di suonare il dobro con tecnica slide, e occasionalmente usa anche l’elettrica. Nel 2005 è stato nominato per il prestigioso premio W.C.Handy (dal nome del padre del blues americano), ottenendo la nominations per sei premi anche nel 2006. L’album “Watermelon Slim and The Workers” è considerato uno dei migliori dischi blues degli ultimi anni.Laurea in giornalismo e storia all’Università dell’Oregon e un master in storia a quella dell’Oklahoma. Homans è un veterano della guerra nel Vietnam, a cui sono ispirate alcune delle sue canzoni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA