Sabato 30 Novembre 2013

Spero trionfa “a modo suo”

Musica solidale al Sant’Antonio

Il tenore Spero Bongiolatti, talento nato a Berbenno

Oltre trecento persone hanno applaudito sabato scorso al l’Auditorium S.ant’Antonio di Morbegno, il tenore Spero Bongiolatti, in una serata di grande musica finalizzata alla raccolta fondi per l’Associazione Casa do Sol onlus.

Il tenore Spero Bongiolatti, grande talento nostrano, nativo di Berbenno in Valtellina, ha letteralmente ipnotizzato il pubblico, numeroso ed entusiasta, con la sua brillante esibizione all’auditorium morbegnese, regalando un indimenticabile momento musicale, in occasione dello spettacolo organizzato a sostegno dell’attività benefica dell’Associazione.

La serata è stata caratterizzata da una prima parte, nella quale Bongiolatti è stato accompagnato dall’esuberante Alex De Simoni, altro valtellinese doc, straordinario con la sua fisarmonica, istrionico e coinvolgente come solo lui sa essere.

In un’atmosfera intima ma al tempo stesso carica di passione, Bongiolatti ha proposto un mix di brani sul filo della tradizione melodica italiana, con incursioni nella musica sudamericana, per concludere con l’esecuzione di un brano inedito, Amore ambito, scritto da Roberto Mazzuia e contenuto nell’ultimo cd autoprodotto del tenore.

Nella seconda parte si è assistito ad un crescendo di emozioni, attraverso brani d’opera, stralci di operetta e pezzi forti del repertorio di Bongiolatti, fino all’immancabile My way, cavallo di battaglia di Frank Sinatra, che ha letteralmente conquistato il pubblico.

Sul palco un susseguirsi di artisti ad affiancare il tenore e a rendere la serata ancora più esaltante: al pianoforte il Maestro Claudia Mariano, il soprano Elena D’Angelo e la ballerina Greta Gianninoto.

L’arte ha sposato la solidarietà, grazie alla sensibilità degli artisti e del folto pubblico accorso per sostenere l’attività dell’Associazione Casa do Sol: è stata Cristina Galbusera, uno dei soci fondatori, entusiasta per la riuscita serata, a presentare i progetti che il sodalizio realizzerà a Salvador de Bahia, in Brasile.

Spero Bongiolatti ha chiuso la serata evidentemente commosso: «Ogni volta è per me un’emozione indescrivibile cantare nella ‘mia’ Valtellina - ha detto - Trovarmi poi all’Auditorium di Morbegno così gremito mi ha dato una grandissima carica. Spero di aver trasmesso la medesima emozione agli amici presenti, tanto calorosi e attenti, pronti anche a sostenere lo straordinario lavoro dell’Associazione Casa do Sol e di Cristina Galbusera, che ringrazio davvero di cuore per questa sinergia costruttiva.».

© riproduzione riservata