Sondrio, al Teatro Sociale la Prima della Scala
Nuovo appuntamento con la grande lirica al “Teatro Sociale”

Sondrio, al Teatro Sociale la Prima della Scala

Appuntamento con la grande lirica: domani in scena la Tosca di Puccini a partire dalle ore 17,30. L’assessore Fratta: «Collegamento in diretta per gli appassionati, un bel momento di festeggiamenti natalizi».

Nuovo appuntamento con la grande lirica al “Teatro Sociale” di Sondrio con la diretta della Prima della Scala di Milano di domani.

Come ormai di consuetudine da molti anni, la proiezione dell’inaugurazione della nuova stagione del tempio della musica italiana diventa un appuntamento che storicamente apre le iniziative delle festività natalizie, permettendo alla cittadinanza di poter assistere in diretta televisiva l’emozione di una liturgia scenica veramente straordinaria. Quest’anno sarà la volta della “Tosca” di Giacomo Puccini, un’opera incommensurabile, tra le più rappresentate al mondo, intrigante e intricata dal punto di vista narrativo con colpi di scena drammaturgici di grande impatto su cui la tessitura sinfonica di Puccini ricama meravigliosamente.

In scena i soprusi del potere costituito di sempre che impone coercitivamente il suo sigillo punitivo su quanti aspirano alla libertà. Scarpia, Cavaradossi, Tosca, Angelotti, sono personaggi nati dalla fantasia del drammaturgo Victorien Sardou prendendo spunto da una storia realmente accaduta, e consacrati alla lirica nel libretto di Illica e Giacosa su cui Puccini ha mirabilmente tessuto la sua opera. Quella a cui assisteremo domani sarà un’indimenticabile Tosca da film in una Roma come non si è mai vista affidata alla regia di un genio visionario come Davide Livermore e con Chailly alla direzione orchestrale.

Sul palco la divina Anna Netrebko che “vive d’arte e d’amore”, con l’autorevole presenza di Francesco Meli che inneggia alle “recondite armonie della bellezza”, sempre diversa e parimenti universale.

Una vicenda che s’innesta sull’impianto politico del primo Ottocento sulle ceneri della spenta Repubblica Romana, mentre Napoleone bussa minaccioso alle porte prima della sanguinosa battaglia di Marengo. Una ricostruzione fedele, ma di ampio respiro. «L’amministrazione comunale con molto piacere offre anche quest’anno agli appassionati della lirica la possibilità di assistere alla prima del 7 dicembre presso il nostro teatro Sociale in collegamento in diretta. In questo modo possiamo dire che per il Teatro Sociale sia l’“Anno di Puccini” visto che come amministrazione abbiamo inaugurato la stagione con l’opera “Bohéme” e ad aprile concluderemo con “Madama Butterfly”.- dichiara Marcella Fratta, assessore alla Cultura del Comune di Sondrio -. Con la “Tosca” potremo riascoltare la famosa romanza “Vissi d’arte, vissi d’amore-Non feci male ad anima viva…Nell’ora del dolore perché me ne rimuneri così?”, che già fornisce spunti di riflessione quanto mai attuali. Gli ascoltatori saranno guidati dall’introduzione di Stefano Pelosi e Nello Colombo. Mi auguro che la serata incontri il favore del pubblico come sempre e che possa rappresentare un bel momento di festeggiamenti natalizi con panettone offerto al termine dell’opera. Inizio alle 17,30».


© RIPRODUZIONE RISERVATA