Quadri in musica al teatro Sociale
La pianista sestese Irene Veneziano

Quadri in musica al teatro Sociale

Nuovo appuntamento targato Cid questa sera: sul palco la raffinata pianista Irene Veneziano. Un viaggio esplorativo nel mondo della pittura vissuta attraverso le emozioni della musica d’autore

Nuovo appuntamento targato Cid, lo storico Circolo Musicale Sondriese, oggi alle 20,45 al Teatro Sociale con la raffinata pianista Irene Veneziano in “Quadri in Musica”.
Al suo arco, oltre al suo modo personalissimo di approcciarsi alla grande musica sul grancoda Fazioli della Lardi Piano, e una sequela sterminata di alti riconoscimenti in tutto il mondo, la classe e l’eleganza di una dama di grande fascino. E ancora autrice di levigate composizioni per le Edizioni Vigormusic”, come “Rêve” per flauto e pianoforte e “Profumo”per pianoforte solo.
Ma soprattutto grande cuore della stagione concertistica “Donatori di musica” nei reparti di Oncologia. Pregevoli i suoi CD solistici per la patinata rivista musicale “Amadeus” tra cui “Jeux d’eau” dedicato a Ottorino Respighi che di fontane aveva illuminavo l’universo musicale.
Oggi sarà una giornata speciale per lei e il suo pubblico valtellinese che assisterà ad una proiezione pittorica sottolineata dalle interpretazioni pianistiche della Veneziano che per l’occasione ha scelto un programma di tutto riguardo. Si inizia con i “Preludi pittorici” del sassarese Roberto Piana tra le peregrinazioni di Cristo nella natura selvaggia, le avventure di Don Chisciotte della Mancia e il suo fedele scudiero Sancio Panza, le navigazioni aperte sul Mediterraneo, i sogni di una giovane donna che si affaccia alla vita. Si passa poi a Franz Liszt con “Sposalizio” (Années de pèlerinage II) dalla serie di tre suites per piano solo. Un emozionante “Album d’un voyageur” tra Svizzera e la Bella Italia. Di Sergej Vasil’evič Rachmaninov il Preludio op. 32 n. 10, mentre di Antonín Dvořák, Veneziano esplorerà le sonorità dei “Quadri poetici” con la “Danza del folletto”, una danza popolare boema e una visita “Nel vecchio castello”.
E poi il piatto forte della serata con l’immancabile Modest Petrovič Musorgskij e i suoi “Quadri di un’esposizione”. Una Promenade sostenuta lungo lo sterminato paesaggio sarmatico, o andante del “Balletto dei pulcini nel loro guscio”, meditabonda presso le Catacombe del “Sepulchrum romanum”, frizzante nel “Litigio di fanciulli dopo il gioco”, chiassosa nel mercato di Lymoges o innanzi alla grande porta di Kiev. E finanche divertente e ironica ne “La capanna sulle zampe di gallina (Baba Jaga)”.
Un viaggio esplorativo nel mondo della pittura vissuta attraverso le emozioni della musica d’autore. Biglietto unico Euro 15,00. Biglietto ridotto: over 65, soci Associazione Amici del Teatro, soci Amici della Musica Sondalo, Abbonati Sondrio Teatro. Euro 10,00 Progetto -25: Grazie al contributo concesso da Fondazione Pro Valtellina onlus e da Associazione Alpi in scena, agli studenti delle scuole primarie e secondarie di I e II grado, agli universitari e agli allievi delle Scuole di Musica della Provincia di Sondrio, di età non superiore a 25 anni, sono riservati ingressi di particolare favore per tutti i concerti tramite prenotazione. Studente fino a 25 anni: euro 5,00. Accompagnatore di studente minorenne: Euro 10,00. I biglietti sono in vendita presso i punti vendita VivaTicket: La Pianola di Sondrio - Tel. 0342 219 515, Vanradio di Morbegno (SO) - Tel. 0342 612 788, Libreria Il Mosaico di Tirano - Tel. 0342 719 785, oppure sul portale online VivaTicket, presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Sondrio Tel. 0342 526311 / 0342 526312 aperto venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.30. www.teatrosocialesondrio.it - www.circolomusicale.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA