“Prima” della Scala: Sondrio si potrà godere la diretta in poltrona

“Prima” della Scala: Sondrio si potrà godere la diretta in poltrona
Il Maestro Riccardo Chailly

Sondrio

Appuntamento il 7 dicembre

al Sociale con l’“Andrea Chènier” di Umberto Giordano

L’ingresso è libero e gratuito

«Come da tradizione torna in città sul grande schermo la proiezione della Prima della Scala di Milano in un appuntamento che storicamente apre le iniziative delle festività natalizie, un appuntamento che vede il forte impegno di due melomani come Wanda e Antonio Del Felice e che permette alla cittadinanza di poter assistere in diretta l’emozione di una liturgia scenica straordinaria», ha dichiarato Marina Cotelli, assessore alla Cultura del Comune di Sondrio. Ancora una volta, quindi, il Teatro Sociale ospiterà la proiezione della una festa della grande lirica che il prossimo 7 dicembre vedrà in scena al Teatro alla Scala di Milano l’“Andrea Chènier” di Umberto Giordano diretto da Riccardo Chailly per la regia di Mario Martone, con un felice ritorno dell’universale Anna Nebtrebko nei panni di Maddalena di Coigny, con Luca Salsi a interpretare Carlo Gèrard. Il poeta Andrea Chènier sarà Yusif Eyvazov.

La trasmissione in diretta inizierà alle 18, ma già alle 17 ci sarà una gustosa anteprima musicale con gli esperti musicali Nello Colombo e Stefano Pelosi che introdurranno l’opera con una loro chiave di lettura e un inquadramento storico, artistico e letterario. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Previsto un rinfresco durante l’intervallo di 30 minuti tra il primo e il secondo atto dell’opera che dura due ore.

Tra gli ospiti dell’anteprima dell’opera di Umberto Giordano ci sarà il cantautore Fabio Cancellara Gomez che canterà “Luce” di Elisa nell’arrangiamento pianistico del talento chiavennasco Stefano Sposetti. A seguire l’intervento del neonato coro lirico “Valtellina” diretto dal Maestro Daria Chiecchi che eseguirà il coro a bocca chiusa della “Madama Butterfly” di Giacomo Puccini e “Va’ pensiero” dal “Nabucco” verdiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA