Venerdì 11 Ottobre 2013

In alto i calici per la musica live

Rock e vini doc a Cantine Aperte

Un’esibizione degli Afrodisiaci che domani porteranno il loro rock folk trascinante in piazza a Morbegno

Vini doc e rock, abbinata vincente alle Cantine Aperte di Morbegno.

Domani l’Arci Demos di Talamona propone presso la Cantina Municipio, in piazza San Pietro, a partire dalle 20, ben tre gruppi: Sicily, Mimica e Afrodisiaci.

I Sicily sono un trio (Giangiacomo Miani, voce e glockenspiel; Federico Sau, chitarra classica; Morgan Salvaggio, ukulele, percussioni, voci) che suona un raffinato rock acustico venato di bossa nova e altre suggestioni sonore, già apprezzato nella recente Festa di Fine estate alla Stazione.

Alternative rock invece per i Mimica, vale a dire One (voce), Menta (chitarra), Cè (batteria), Andre (Basso).

Più noti gli Afrodisiaci, con il loro trascinante rock folk d’autore. Nella proposta sonora di Massimiliano “Strunka”Rabbiosi (voce e chitarra), Nicola Colli (chitarre), Nicolò Mufatti (chitarre, tastiere), Andrea Ghelfa (batteria), Andrea Mufatti (basso) le radici sono ben presenti, mai negate, trasformate in materia viva ed originale.

Il gruppo ha all’attivo un cd “Lupi e Demoni”, con brani che rivelano la loro origine letteraria come “Chiedi alla polvere” e “Linea d’Ombra”.

Prima e dopo i concerti il programma prevede anche Dj set roots reggae dub. con Jah Lion (direttamente dal Notting Hill Carnival di Londra), ospiti speciali Andrea (Shahamane HIFI) e Contartese Mike (Dub Circus sound system).

Il Lokalino presenta invece i Damaspace ai giardini dell’ex asilo di piazza Sant’Antonio, alle 21.40.

Nata recentemente dalle ceneri dei Red Black White, la band (Daniel voce, Cesco chitarra, Matteo basso, Paolo tastiere e Seba batteria, tutti di Ronco), protagonista all’ultimo Friday Rock Live del Bar Island propone un rock senza mezzi termini, tra Neil Young e Gianna Nannini e altri classici che non conoscono declino e continuano a far muovere chi ascolta.

Con loro, in concerto, altri gruppi formatisi nella storica sala prove morbegnese. n

© riproduzione riservata