Il concerto al Santuario fa registrare il pienone «Serata di alta livello»

Il concerto al Santuario fa registrare il pienone «Serata di alta livello»

Si sono esibiti 50 orchestrali e 70 coristi. E a tutte le donne in chiesa è stata donata una rosa per ricordare l’anniversario del voto femminile

Oltre 1.500 persone per un concerto di musica lirica e sacra. Che sia questo genere di musica a fare il pienone è già una notizia. Una positiva notizia. Che viene contestualizzata con la location: l’ampio santuario di Maria Ausiliatrice di Aprica.

È quanto avvenuto, sabato sera, nella località turistica dove le strade erano abbastanza vuote per essere una serata festiva, mentre la chiesa mariana era piena zeppa di turisti e aprichesi accorsi per il “Concerto di mezza estate” dell’Orchestra sinfonica Gaetano Donizetti di Gessate, composta da professori dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, e della Corale Santi Pietro e Paolo di Gessate diretta dal maestro Costante Ronchi.

In tutto cinquanta orchestrali e settanta coristi introdotti dal sindaco, Carla Cioccarelli: «È questa una serata di alto livello musicale che riproponiamo per il quarto anno consecutivo – ha affermato -. Ringrazio il parroco, don Claudio Rossatti, e il parroco emerito, don Augusto Azzalini, per la disponibilità della chiesa. Abbiamo donato una rosa ad ogni donna che è entrata in chiesa perché ci piace ogni anno legare questo evento ad un momento particolare della nostra storia. Quest’anno ricorrono i 70 anni del voto alle donne che vogliamo omaggiare così».


© RIPRODUZIONE RISERVATA