Fascino della chitarra barocca: Pastanella suona a Morbegno
Concerto a ingresso libero oggi a Morbegno di Mariangela Pastanella

Fascino della chitarra barocca: Pastanella suona a Morbegno

Secondo appuntamento del Maggio chitarristico itinerante domani a palazzo Malacrida: di scena una superba interprete

Dopo il successo del primo appuntamento del “Maggio Chitarristico”, che sabato scorso a Castione ha visto protagonista la giovanissima e bravissima Angelica Rodriguez, domani (Palazzo Malacrida, ore 21, ingresso libero ) si avrà la possibilità di andare alla scoperta della chitarra barocca e del suo repertorio insieme alla chitarrista Mariangela Pastanella.

Durante la serata, organizzato in collaborazione con Fondazione Enea Mattei, l’Associazione Argonaute e il Comune di Morbegno, saranno eseguiti Preludio por la E di Santiago de Murcia, Sonata nel terzo tuono in D (Preludio, Alemandam, Corrente, gigua, Sarabanda e Gavotta) di Ludovico Roncalli, Folies d’Espagne di Francois Le Coq e Jacaras, Preludio o Capricho arpeado por la cruz e Canarios di Gaspar Sanz.

Nella deliziosa cornice di Palazzo Malacrida ad esibirsi sarà appunto la chitarrista Mariangela Pastanella.

Laureata al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano con il massimo dei voti e la lode nella classe della Jedloswski, la Pastanella si è poi perfezionata con diversi nomi importanti del mondo chitarristico internazionale. Allo studio della chitarra affianca quello del canto (con i Maestri Turner e Gualtieri), quello di composizione (con il Maestro Danieli) e di Liuto (con la Prof. Torelli). La sua carriera solistica e cameristica l’ha portata ad esibirsi in Italia e all’estero in prestigiose sale da concerto. In qualità di performer e arrangiatrice ha invece collaborato in numerose produzioni discografiche e radiotelevisive. Dedicataria delle “Tre liriche per soprano o contralto e dei Sei Valzer di Fantasia del compositore Nilo Peraldo Bert, ha al suo attivo alcune incisioni fra le quali, in versione di scrittrice e interprete, i DVD realizzati dall’Associazione donne Argonaute di Sondrio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA