Concerto all’alba  In Valdidentro  arrivano in 500
Circa cinquecento le persone presenti al concerto all’alba in Valdidentro

Concerto all’alba

In Valdidentro

arrivano in 500

Seconda edizione Evento ai piedi delle Torri di Fraele

Circa cinquecento i partecipanti alla seconda edizione del concerto all’alba, uno degli eventi clou dell’estate della Valdidentro, un’iniziativa suggestiva, emozionante, a tratti quasi magica. Sarà per la location, per lo stile elegante e ricercato dato alla manifestazione, per l’alba che aggiunge atmosfera ad un contesto già per di sé estremamente affascinante, per l’ottima organizzazione ma quello andato in scena domenica mattina ai piedi delle Torri di Fraele è stato un evento davvero memorabile.

Nonostante la pausa forzata dello scorso anno causa la pandemia ed il rinvio di due settimane per il maltempo (l’evento era originariamente in calendario per l’8 agosto ndr.) il concerto all’alba si conferma essere uno degli appuntamenti più attesi dell’estate in Alta Valle e, anche stavolta, ha registrato il sold out.

Alle 6.30 l’elegante ma allo stesso tempo energica voce di Cindy Catteruzza ha iniziato a riecheggiare nella vallata, trasportando il pubblico in uno scenario intimo e particolarmente affascinante. Con il loro raffinato sound i Cindy & the Rock History hanno catalizzato l’attenzione del pubblico per quasi due ore, creando un’intima connessione tra la musica e il contesto naturale.

Anche il gusto ha fatto la sua parte: ascoltando e cantando insieme le hit più belle del panorama rock internazionale, i partecipanti hanno potuto assaporare i prodotti a km zero dolci e salati. Il tutto abbracciati da una calda coperta rossa: all’ interno della bag contenente la colazione, ciascun iscritto ha infatti trovato una gradita e utile sorpresa, un comodo plaid con cui coprirsi durante il concerto.

Un denominatore comune che ha saputo unire in modo ancora più forte il pubblico presente, creando un’atmosfera colorata e spensierata. Le temperature particolarmente miti e l’incantevole contesto paesaggistico a fare da cornice hanno fatto il resto, creando un’atmosfera a dir poco suggestiva.

A lasciare il segno, sono state le sofisticate sinfonie rock e la voce calda e grintosa della band che è riuscita a coinvolgere tutti i presenti facendoli diventare i veri protagonisti dell’evento. Grande la soddisfazione del sindaco di Valdidentro Massimiliano Trabucchi: «Sembrava che le condizioni meteo potessero condizionare anche questa data di recupero di uno degli eventi più affascinanti del calendario estivo, ma la fortuna ci ha assistito ed ha premiato la tenacia di tutti coloro che si sono prodigati nell’organizzazione».

Grande organizzazione

«Voglio quindi ringraziare i miei colleghi amministratori e il consiglio direttivo della Pro Loco per aver reso possibile tutto questo. Il lavoro è stato faticoso ma il risultato ha decisamente ripagato di tutti gli sforzi. Un ringraziamento anche ai tanti volontari che a vario titolo hanno contribuito tramite la loro presenza per dare un supporto operativo».

Anche la Proloco Valdidentro ha espresso «un doveroso e sincero ringraziamento a tutti i collaboratori e ai volontari dell’organizzazione, che con passione e dedizione hanno lavorato in sinergia per predisporre e gestire in modo ottimale tutti i dettagli logistici, al fine di rendere questo evento unico e memorabile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA