Ago, filo, storia e storie nella sartoria di Lucio
Alice Spisa e Pino Strabioli saranno questa sera sul palco del Mignon di Tirano con “L’abito della sposa”

Ago, filo, storia e storie nella sartoria di Lucio

“L’abito della sposa” inaugura la rassegna TiranoTeatro

Al Mignon Pino Strabioli e Alice Spisa in una commedia deliziosa e delicata

“Tirano teatro 2015” parte domani sera con una deliziosa commedia, nata dalla fervida penna di Mario Gilardi, pluripremiato autore. Una spettacolo di grande delicatezza, intriso anche di malinconia, quello che aprirà la nuova stagione teatrale di Tirano, composta da sei spettacoli. Il primo è, dunque, “L’abito della sposa”, in programma questa ser con la regia di Maurizio Panici. Sul palco Pino Strabioli e Alice Spisa. Saremo catapultati, per una sera, nell’Italia del 1963 con le vicende d’attualità che entreranno anche nella vita del sarto Lucio. Lucio è un sarto di abiti militari, figlio di un sarto di abiti militari; ha girato tutta l’Italia con i suoi genitori ed ora parla un dialetto che è un miscuglio di molte lingue. Lucio è un uomo di mezza età, un po’ irascibile, dai modi spicci e diretti, ma in fondo una brava persona, quindi non se la sente - e forse non può proprio rifiutare - quando un capitano gli chiede di cucire l’abito da sposa di sua figlia. Lucio non può tirarsi indietro, ma non sa nemmeno come fare, così è costretto ad assumere una giovanissima sartina, Nunzia. Così il logorroico Lucio deve dividere la sua sartoria con la timida ricamatrice. È l’incontro e la scoperta di due vite, di due imprevedibili vite e tra la passione per le canzoni di Rita Pavone e le ritrosie di una ragazza che non sa come comportarsi con gli uomini. Viene raccontato il mondo fuori da quella sartoria, ma anche il piccolo mondo di due persone che custodiscono un segreto che finalmente possono svelare.Lo spettacolo si terrà al cineteatro Mignon alle 21. Il biglietto di ingresso ha un costo 16 euro, ma è possibile ancora acquistare gli abbonamenti per i sei spettacoli al costo di 86 euro. Informazioni e prevendita dei biglietti alla biblioteca Arcari tel. 0342-702572.


© RIPRODUZIONE RISERVATA