Mercoledì 22 Aprile 2009

Scienza; Andrologo: "Posso clonare un essere umano"

Roma, 22 apr. (Apcom) - La nascita del primo bambino clonato è vicina. Un controverso medico, l'andrologo di origini cipriote ma oggi cittadino americano Panayotis Zavos, dell'universita' del Kentucky, sostiene di aver clonato 14 embrioni umani e di aver trasferito 11 di essi negli uteri di quattro donne che sperano di dare vita ai primi embrioni creati appositamente per la riproduzione. La clonazione, scrive The Independent, è stata filmata in un documentario. Zavos ha così rotto l'ultimo tabù etico e scientifico, ma per farlo si è rivolto a un laboratorio segreto probabilmente in Medio Oriente dove la clonazione non è un reato come nella maggior parte degli altri paesi. Tentativi precedenti di far nascere un essere umano da un embrione sono falliti, ma Zavos non si è mai dato per vinto considerando questi fallimenti il "primo capitolo" di una storia che avrebbe portato senza ombra di dubbio alla clonazione umana. "Non abbiamo fretta di mettere al mondo il primo bambino clonato. Vogliamo che a nascere sia però un bambino clonato sano", questa per il medico è la vera sfida. Gli embrioni clonati e impiantati nelle donne che si sono prestate all'esperimento sono stati ricavati da cellule della pelle delle pazienti. Chb

MAZ

© riproduzione riservata