Giovedì 30 Aprile 2009

Referendum; La Russa: Pdl darà libertà di coscienza, io voterò sì

Roma, 30 apr. (Apcom) - "Voterò sì. Questa è la mia posizione da tempo ed è molto meno importante del fatto che il presidente del Consiglio abbia detto sì. Sono certo che nel Pdl ci sarà libertà di coscienza, ma è molto rilevante che il premier abbia detto sì, io ci speravo molto. Dimostra che Berlusconi, come ha detto anche Maroni, ha espresso una posizione libera e coraggiosa". Lo afferma il coordinatore nazionale del Popolo della Libertà, Ignazio La Russa, intervistato dal quotidiano online Affaritaliani.it. "Sul referendum uno deve dire sì o no, è un fatto popolare; mica si può dire no se pensa sì - prosegue riferendosi alla Lega -. Così come nessuno pretende che Maroni o Bossi dicano sì se sono contrari, e infatti hanno detto chiaramente no e non hanno detto 'non mi pronuncio', hanno espresso la loro posizione. Allo stesso modo Berlusconi ha fatto sapere la sua idea e non c'è nulla di male. Da che mondo e mondo nei referendum non c'è bisogno che le coalizioni si esprimano tutte nelle stesso modo, non è neanche obbligatorio avere una posizione comune all'interno di un partito. Figurarsi all'interno di una coalizione. Tant'è che anche nel Pdl ci saranno quelli che legittimamente non penseranno di votare sì". Red/Ssa

MAZ

© riproduzione riservata