Mercoledì 22 Aprile 2009

M.O.; Fonte Usa: Obama vuole congelamento degli insediamenti

Roma, 22 apr. (Apcom) - Il presidente degli Stati Uniti Obama intende rilanciare il processo di pace adottando una serie di misure in grado di costruire un clima di fiducia reciproco tra Israele, Autorità Palestinese e Paesi arabi. Lo ha detto al quotidiano israeliano Haaretz un alto funzionario americano, che ha parlato in condizione di anonimato. Il piano di Obama - ha precisato il funzionario - prevede un congelamento delle nuove costruzioni negli insediamenti ebraici in cambio di passi verso una normalizzazione dei rapporti con Israele da parte dei Paesi arabi. Ieri il presidente Obama, al termine di un incontro a Washington con il re Abdallah di Giordania, ha invitato alla Casa Bianca il premier israeliano Benjamyn Netanyahu, il presidente palestinese Abu Mazen e il presidente egiziano Hosni Mubarak, per rilanciare il processo di pace. Il presidente Usa ha sottolineato la necessità che le parti diano prova voler sbloccare la situazione con "gesti di buona volontà". "Non ho intenzione di dire quali debbano essere più precisamente i gesti da fare, ma credo che tutte le parti coinvolte lo sappiano", ha detto Obama. Un responsabile palestinese ha detto che Abu Mazen si recherà alla Casa Bianca il 28 maggio.

Plg

© riproduzione riservata