Giovedì 30 Aprile 2009

Furti in ville nel nord est: 7 arresti,perquisizioni in 5 città

Roma, 30 apr. (Apcom) - Sono tutti in carcere i sette componenti della banda di albanesi che per mesi ha colpito nelle ville del nord-est, tra la fine dello scorso anno e l'inizio del 2009. Dopo i primi tre arresti dei cittadini albanesi M.A., M.E. e R.B, effettuati a Trieste e Treviso nel mese di febbraio, ieri pomeriggio la conclusione dell'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Trieste. A San Donà di Piave sono stati sottoposti a fermo per ricettazione tre loro connazionali, K.E., K.K. e H.E., mentre un altro cittadino albanese è stato arrestato per inottemperanza a un ordine di espulsione. Moltissima la refurtiva recuperata nel corso dell'indagine, proveniente dai colpi messi a segno dalla banda in provincia di Trieste e in tutto il territorio del nord-est. I "professionisti" dei raid notturni agivano con una tecnica consolidata e razziavano ogni cosa, dalle macchine fotografiche ai computer, dai preziosi all'oro, dalle vetture all'abbigliamento. L'indagine era cominciata nel febbraio scorso, dopo un rocambolesco inseguimento notturno effettuato dagli agenti della squadra mobile del capoluogo giuliano tra le province di Trieste e Gorizia che portava all'arresto del primo componente della banda. Gli investigatori hanno continuato le indagini per ricercare i complici che erano riusciti a sfuggire alla rete di controlli predisposti dopo i numerosi furti nelle ville situate sull'altopiano triestino. Alla fine di febbraio a Treviso sono stati arrestati due componenti della banda ed effettuate numerose perquisizioni in diversi appartamenti in provincia di Vicenza, Milano e Varese. Il materiale sequestrato in occasione dei primi tre arresti ha consentito agli investigatori di individuare e rintracciare tutti gli altri appartenenti al gruppo criminale, gli ultimi dei quali arrestati ieri pomeriggio in provincia di Venezia.

Red/Apa

© riproduzione riservata