Giovedì 30 Aprile 2009

Febbre suina, Fazio invita a quarantena chi rientra da Messico

Lussemburgo, 30 apr. (Apcom) - Il sottosegretario alla salute Ferruccio Fazio invita i cittadini che rientrano dal Messico a rimanere a casa per sette giorni a partire dalla data di rientro in Italia, "a causa della elevata trasmissibilità e dell'assenza di immunità da parte della popolazione". Durante i lavori del Consiglio straordinario dei ministri della Salute dell'Ue, Fazio ha fatto diffondere un comunicato nel quale "in relazione all'epidemia di nuova influenza umana A/H1N1 attualmente in corso e originata in Messico ricorda che questo virus sembra avere le caratteristiche di una elevata trasmissibilità anche se il relativo decorso clinico sembra essere piuttosto benigno, con sintomi non più gravi di una normale influenza stagionale". A causa però "dell'elevata trasmissibilità e dell'assenza di immunità da parte della popolazione - afferma la nota del sottosegretario - si invitano con effetto immediato tutti i cittadini che rientrano dal Messico e che lavorano in ambienti chiusi e a contatto con collettività, con particolare riguardo alle popolazioni scolastiche, a rimanere a casa per sette giorni a partire dalla data di rientro dal Messico". Fazio sollecita poi queste persone, "qualora in tale periodo dovesse manifestarsi una sintomatologia febbrile, a contattare telefonicamente il medico curante o la struttura sanitaria preventiva della Asl per ricevere istruzioni sul da farsi".

Lor

© riproduzione riservata