Domenica 25 Gennaio 2009

Crisi economia; Gb, governo pensa a settimana lavorativa 3 giorni

Roma, 25 gen. (Apcom) - Ridurre la settimana lavorativa a tre giorni per far fronte alla recessione e scongiurare nuovi tagli occupazionali. Potrebbe essere questa la ricetta del governo di Londra alle prese con quella che gli esperti chiamano la peggior crisi economica degli ultimi 60 anni. Una misura già sperimentata nei primi anni '70, quando il governo Heath impose un taglio agli orari lavorativi per risparmiare sul costo della corrente elettrica, che avrebbe già ricevuto il benestare dei sindacati, spiega l'Independent, a fronte dell'alternativa di licenziamenti di personale in blocco. Alcune aziende hanno già avviato delle misure simili: la JCB ha ridotto a quattro i giorni lavorativi e non esclude un ulteriore riduzione a tre giorni se la crisi dovesse peggiorare. Altre aziende che stanno considerando la riduzione dell'orario lavorativo sono la Bentley Motors a Crewe e la Nissan di Sunderland. I dati della Camera di Commercio britannica indicano che ben il 39 per cento delle aziende sta valutando la possibilità di tagliare le ore di lavoro.

Bfr

© riproduzione riservata