Venerdì 04 Settembre 2009

Benzina, Garante bacchetta compagnie: prezzi troppo alti

Roma, 4 set. (Apcom) - Aumenta il divario dei prezzi dei carburanti tra l'Italia e la media europea e tra il nostro Paese e le quotazioni internazionali dei carburanti. Roberto Sambuco, il Garante per la sorveglianza dei prezzi, durante l'incontro che si è svolto oggi ha bacchettato i rappresentanti delle compagnie petrolifere. Il Garante ha constatato come il divario fra i prezzi dei carburanti italiani e la media europea sia in "costante aumento". Anche la differenza fra il prezzo italiano e le quotazioni internazionali dei carburanti è "in aumento". Questi due fenomeni "costituiscono un preoccupante segnale di vischiosità dei prezzi - ha affermato - nel recepire le variazioni al ribasso". Il Garante ha, quindi, fatto presente come "ogni mancata riduzione di un centesimo di euro sui prezzi di benzina e gasolio costi agli italiani nove milioni di euro a settimana". Mister Prezzi pertanto ha chiesto alle compagnie di fornire "un segnale di inversione del trend dei prezzi che consenta un più rapido allineamento alle quotazioni internazionali, sulla cui realizzazione il Garante ed il Ministero per lo sviluppo economico svolgeranno un attento monitoraggio". (segue)

Cos

© riproduzione riservata