Venerdì 04 Settembre 2009

Miss Italia, Carlucci: sarò coach come Lippi, ma di 60 ragazze

Milano, 4 set. (Apcom) - Milly Carlucci si sente un po' come un "Marcello Lippi in gonnella". La prima donna chiamata a condurre e dirigere Miss Italia alla settantesima edizione, in programma dal 12 al 14 agosto in diretta su Raiuno da Salsomaggiore, farà infatti un po' "da coach" alle 60 ragazze selezionate per le tre serate. Il concorso punta su una formula più snella, nel numero delle puntate e in quello delle concorrenti, per cercare di cogliere non solo la bellezza, ma anche il talento e la personalità delle miss che si sfideranno in prove di canto e ballo. A incoronare la vincitrice sarà Federica Pellegrini, la nuotatrice che ha fatto sognare l'Italia durante i recenti Mondiali di Nuoto di Roma. A decidere sarà come sempre il televoto e, con lo stesso valore, il giudizio delle giuria specializzata composta dallo stilista Guillermo Mariotto (sdoganatore l'anno scorso del 'lato b'), dall'attore e regista Ricky Tognazzi, dalla produttrice cinematografica Rita Rusic e dall'attore Sergio Assisi più un ultimo giurato ancora ignoto. Sabato 12, puntata dedicata all`elezione di Miss Moda Italia, saranno ospiti Paris Hilton e Alessia Filippi. Nella seconda, domenica, 13, nella quale verrà proclamata Miss Cinema, sono attesi invece Tania Cagnotto ed Eros Ramazzotti. Nella serata finale, l'ospite musicale, oltre alla Pellegrini sarà Tiziano Ferro. Altra novità è il patrocinio dei ministeri del Turismo, dello Sviluppo economico e dei Beni culturali. I titoli di Miss Moda Italia e Miss Cinema faranno infatti delle vincitrici le rappresentanti per un anno dell'Italia nelle manifestazioni più significative dei rispettivi settori. "Lo slogan che darei - ha detto la Carlucci - è che 'la bellezza è un talento'. Certo, madre natura è importante, ma non è l'unica cosa. Nella moda ci sono state tante bionde, ma di Claudia Schiffer una sola". Le ragazze saranno divise in quattro gruppi corrispondenti ad altrettanti archetipi femminili: la donna romantica, quella vamp, quella sportiva e quella trendy. Le eliminazioni saranno "secche, dure e definitive" ha aggiunto la conduttrice. Alla fine della prima serata di 60 ragazze ne rimarranno 30, alla fine delle seconda 20. Solo allora ci sarà "un solo minuscolo ripescaggio". "Scomettiamo sulla possibilità di coniugare - ha detto il nuovo direttore di Raiuno, Mauro Mazza - la qualità con ascolti importanti. La bellezza verrà valutata nel suo complesso. Ci sono ragazze che rappresentano il mondo di oggi". Tra le 60 finaliste 24 vengono dal Nord (6 dalla Lombardia), 20 dal Centro (9 dal Lazio) e 16 dal Sud e dalle Isole. Una sola è mamma. L'organizzatrice del concorso, Patrizia Mirigliani, figlia dello storico patron Enzo, ha detto che le ragazze hanno accolto molto bene la divisione in gruppi e si sentono motivate dallo "spirito sportivo" introdotto dalla nuova formula. La manifestazione sarà seguita anche da un canale di webtv (missitaliachannel.rai.tv), già online da oltre una settimana, realizzato dalla Rai e dalla Miren International, primo esperimento di "connubio" tra la programmazione generalista e quella telematica.

Asa

© riproduzione riservata