Venerdì 04 Settembre 2009

In 4 in Sicilia violentano una 13enne disabile:tre sono minorenni

Roma, 4 set. (Apcom) - Terribile stupro di gruppo a Palazzo Adriano, in provincia di Palermo: nella notte tra il 16 e il 17 agosto scorso quattro giovani (tre minorenni e un maggiorenne) hanno violentato a turno una 13enne portatrice di handicap. Nella notte sono stati arrestati dai carabinieri di Lercara Friddi e di Corleone e della Sezione di polizia giudiziaria del Tribunale dei Minori. Il maggiorenne è stato portato nel carcere di Termini Imerese, i minorenni al centro di prima accoglienza. Il 'branco' ha colpito durante la festa del Crocifisso, che si svolge ogni estate a Palazzo Adriano. La 13enne, riferiscono i carabinieri, si trovava nei pressi dei campetti di calcio del paese ed è stata avvicinata da quattro giovani che conosceva. Questi le hanno chiesto di avvicinarsi e, al suo rifiuto, l`hanno trascinata di forza poco lontano. Dopo averla buttata a terra, mentre uno degli aggressori le teneva le braccia bloccate ed un altro le tappava la bocca per impedire che urlasse, gli altri due a turno l`hanno violentata. Poi l'hanno abbandonata per terra, insanguinata, minacciandola di morte in caso avesse raccontato l'accaduto. Trovate le forze per rialzarsi, la bambina si è accorta dell`emorragia ed è corsa dalla madre, chiedendole di tornare subito a casa senza raccontare quanto era avvenuto nè spiegando perché avesse i vestiti sporchi di sangue. Solo il giorno dopo è riuscita a confidarsi con una zia. I genitori, avvisati dalla parente, hanno accompagnato la 13enne presso una struttura ospedaliera di Corleone dove i sanitari hanno denunciato i fatti ai carabinieri che hanno fatto scattare le indagini. La vittima ha poi riconosciuto le foto dei suoi aguzzini, fornendo una dettagliata ricostruzione dei fatti in presenza di uno psicologo. La notte scorsa gli arresti.

Sav

© riproduzione riservata