Venerdì 04 Settembre 2009

Shoah/ A Londra treno ebrei praghesi salvati da `Schindler` Gb

Roma, 4 set. (Ap-Apcom-Nuova Europa) - E' arrivato in orario alla Liverpool Street di Londra il treno speciale da Praga al suo secondo appuntamento con la storia. Un viaggio-omaggio a sir Nicholas Winton, salvatore di 668 bambini ebrei, che ha da poco compiuto 100 anni, tenuti meravigliosamente, ed era alla stazione londinese ad attendere il convoglio, seduto sulla sua sedia a rotelle. Dai vagoni ha visto scendere 170 passeggeri, tra cui 22 di quei sopravvissuti, oggi settantenni e ottantenni, e molti dei loro discendenti, partiti da Praga il 1° settembre scorso per testimoniare di quegli otto treni che negli ultimi mesi di pace, tra marzo e agosto 1939, Winton era riuscito fortunosamente a far partire da Praga per l'ovest, pieni di piccoli profughi come loro. Oggi i discendenti dei 'bambini di Winton' sono circa 5.000 persone. L'idea dei 'kindertransport' per sottrarre i bambini ebrei alla 'soluzione finale' erano un fenomeno già registrato in Europa, ma non c'era nulla del genere per la Cecoslovacchia, e Winton, toccato dalla tragedia dei profughi visti all'indomani dell'invasione tedesca dei Sudeti, e intuendo chiaramente il destino prossimo della Cecoslovacchia, decise di intervenire. Né lui, che tacque per tutta la vita su quella missione compiuta, rivelata solo nel 1984 dalla moglie Grete, né i sopravvissuti credevano avrebbero visto anche questo giorno.Sul binario tra loro abbracci e strette di mano. "E' straordinario rivedervi dopo 70 anni" ha esclamato lui alla stazione, davanti a una folla di alcune centinaia di persone, tra cui altri sopravvissuti alla Shoah, intervenuti ad accogliere il treno. Winton ha ricordato ai presenti sulla banchina come fosse stato complicato trovare per quelle diverse centinaia di bambini profughi altrettante famiglie inglesi pronte ad accoglierli, e come avesse organizzato il loro incontro in stazione, "proprio qui a Liverpool Street" ha ricordato, all'arrivo di ognuno degli otto convogli fatti partire da Praga in una corsa contro il tempo. "In ogni modo tutto alla fine andò bene, ed è meraviglioso vedere gli effetti anche ora, perché la storia sarebbe potuta finire in modo del tutto diverso" ha proseguito Winton. (segue)

Lds

© riproduzione riservata