Venerdì 04 Settembre 2009

Cina, nuove manifestazioni a Urumqi, cinque morti

Urumqi (Cina), 4 set. (Apcom) - Cinque persone sono morte e 14 sono rimaste ferite nel corso di nuove manifestazioni contro gli attacchi con siringhe a Urumqi, la capitale della regione musulmana dello Xinjiang. Lo ha detto ai giornalisti il vicesindaco della città. Almeno 500 persone si sono scontrate questa mattina con la polizia a Urumqi: i manifestanti hanno lanciato bottiglie contro gli agenti, intervenuti per dissipare la protesta. L'incidente ha avuto luogo dopo che gli agenti hanno provato ad arrestare una persona di etnia Han, mentre i manifestanti chiedevano la sua liberazione. La contestazione è così sfociata in violenza: la gente ha cominciato a lanciare bottiglie sui poliziotti, costretti a chiamare rinforzi. Urumqi, capitale della Regione autonoma dello Xinjiang, è stata teatro a inizio luglio di violenze interetniche fra gli Han (etnia maggioritaria in Cina) e gli Uiguri (musulmani turcofoni) che hanno causato almeno 197 morti ufficialmente, ma "molti di più" secondo l'opposizione in esilio di questa comunità.

Fus/Coa

© riproduzione riservata