Venerdì 04 Settembre 2009

Bolzano, aperta inchiesta su 16 neonazisti italiani

Roma, 4 set. (Apcom) - La divisione anti-terroristica della polizia di Bolzano ha aperto un'inchiesta su 16 giovani dell'Alto Adige che gestiscono una pagina internet con contenuti neonazisti, secondo quanto scrive oggi il quotidiano in lingua tedesca Neue Suedtiroler Tageszeitung. "Sul sito gestito da questi giovani ci sono insulti razzisti, foto di Hitler e un video che mostra due persone mentre preparano una bomba Molotov", ha spiegato all'Afp Christoph Franceschini, giornalista e autore dell'inchiesta. I giovani, di età compresa tra i 16 e i 28 anni (sette dei quali minorenni) sono originari di Naturno, nel Meranese, a nord-ovest di Bolzano. Usavano il sito di social networking Netlog per discutere sui forum, accessibili solo su invito. Messaggi ispirati alla Neue Hitlerjugend, movimento erede della Gioventù hitleriana, organizzazione creata dal Fuehrer per indottrinare i giovani tedeschi. In un anno il gruppo ha inoltre aggredito diversi ragazzi di sinistra nella regione, tra cui un giovane di origine polacca, al quale sono stati riservati insulti anti-semiti. La vittima - racconta Franceschini - non li ha denunciati per paura di rappresaglie. Il leader del gruppo, già arrestato per aggressione un anno fa, ha tatuato sulla nuca "Sturm 18", dove il 18 sta per la prima e l'ottava lettera dell'alfabeto (A e H), iniziali di Adolf Hitler.

Cuc

© riproduzione riservata