Venerdì 04 Settembre 2009

Nuova influenza/ Ministero:In caso Napoli azione virus indiretta

Roma, 4 set. (Apcom) - Il decesso del paziente napoletano ricoverato negli ultimi giorni all'ospedale Cotugno "è da imputare solo indirettamente all`infezione da influenza A/H1N1, in quanto in pazienti gravemente compromessi qualsiasi altra malattia febbrile favorisce tali esiti". Lo sottolinea in una nota il ministero della Salute, dopo che da più parti si è parlato della prima morte per il virus della 'nuova influenza': "Il paziente - spiega il dicastero - presentava da tempo gravi condizioni di base, con cardiopatia dilatativa e diabete grave recentemente complicate da insufficienza renale. Nel corso del ricovero l`uomo ha sviluppato inoltre una sepsi da stafilococco, infezione già di per sé molto grave". "Occorre a questo punto distinguere casi come questo, in cui il decesso si verifica in corso di influenza da virus A/H1N1, dai rari casi gravi direttamente attribuibili a questo virus, come quello relativo al paziente ricoverato a Monza e affetto da polmonite virale primaria. Questi ultimi casi in cui si verifica un effetto diretto del virus sui polmoni - precisa la nota - sono preoccupanti ma per fortuna estremamente rari". "L`Unità di crisi ha allo studio delle misure specifiche da implementare su tutto il territorio nazionale per il riconoscimento precoce e - conclude il ministero - la gestione ottimale di queste rare forme gravi dell`influenza A/H1N1".

Red/Sav

© riproduzione riservata