Venerdì 04 Settembre 2009

Per il lancio di Windows7 Microsoft punta sulle feste casalinghe

Milano, 4 set. (Apcom) - Per festeggiare l'arrivo del nuovo sistema operativo Windows 7, il prossimo 22 ottobre Microsoft "finanzierà" l'organizzazione di migliaia di feste private nelle case degli utenti in tutto il mondo. Solo in Italia saranno 1107, ma iniziative analoghe sono in programma in 12 Paesi. La casa di Redmond lo chiama "marketing sociale", un meccanismo commerciale nato nell'era di Facebook, ma in realtà si tratta di una tecnica molto simile a quella adottata con successo da decenni da aziende come Vorwerk (Folletto) o Avon (cosmetici): la vendita diretta basata sulla raccomandazione di un caro amico o sulla presentazione di un prodotto nel proprio salotto. "E' un'idea eccellente - commenta il sociologo Enrico Finzi, presidente di Astra Ricerche e dell'associazione italiana dei pubblicitari professionisti - basata su meccanismi psicologici che hanno dimostrato di funzionare almeno in tutto l'Occidente. Mi chiedo come mai non sia usata di più. L'unico limite è infatti la dimensione del prodotto che deve stare in salotto. E' un meccanismo di una potenza clamorosa che negli Usa funziona tanto nelle grandi città quanto nelle campagne". Microsoft fornirà gratuitamente tutto il necessario per la preparazione della festa, come gli addobbi, i tovaglioli, i poster e in esclusiva, solo per l'organizzatore della festa, una copia gratuita in edizione limitata di Windows 7, firmata da Steve Ballmer, amministratore delegato della società. "Premesso che più di qualsiasi tecnica di marketing conta la qualità del prodotto, specialmente in ambito tecnologico" aggiunge Finzi facendo notare che non tutti gli ultimi programmi Microsoft hanno soddisfatto i clienti, si tratta anzitutto di un'idea che potrebbe giovare a "un marchio associato, a torto o a ragione, all'arroganza del semimonopolista". Poi l'esperienza insegna che in genere queste iniziative fanno registrare tassi altissimi di soddisfazione sia tra le aziende sia tra gli organizzatori delle feste-vendite domestiche. Il motivo è semplice: nessuna azienda è in grado di selezionare i potenziali clienti meglio di quanto possa fare ciascuno di noi tra i propri amici. "E' la perfetta selezione decentrata - continua il sociologo - adottata, per esempio, da alcuni orafi di Valenza Po che hanno i salotti come unico canale di vendita". E' una moderna catena di Sant'Antonio nella quale la propensione all'acquisto è aumentata dal "ricatto del gruppo". L'idea di Microsoft, nata dalla necessità comune a molte aziende di contrastare, da almeno un anno a questa parte, la crescente inefficacia delle tecniche di comunicazione tradizionali, potrebbe essere solo l'inizio. "Molti altri - prevede Finzi - la imiteranno, ma è la rarità di queste iniziative che le rende efficaci". Per organizzare una festa e ricevere il kit si può iscriversi da ieri sul sito http://it.houseparty.com. La disponibilità dei posti è infatti limitata. Una volta addobbata la casa con il materiale inviato da Microsoft e installato Windows 7 sul proprio Pc si dovranno invitare gli amici e spiegare i vantaggi del nuovo sistema operativo. Foto e immagini della serata saranno poi pubblicati sul sito. L'unico precedente, in ambito informatico, è il lancio di Firefox 3, un programma per la navigazione su Internet. Il 18 giugno 2008 oltre 8 milioni di persone lo scaricarono nell'arco di 24 ore. In questo caso si trattava però di un programma gratuito e di feste "spontanee".

Asa

© riproduzione riservata