Martedì 01 Settembre 2009

Da domani temporali al Nord, caldo al Sud: in Sicilia 37 gradi

Roma, 1 set. (Apcom) - L'Italia è attesa da una settimana all'insegna di tempo perturbato e instabile, principalmente nelle zone alpine e prealpine. Non saranno risparmiate altre aree delle regioni settentrionali. Lo segnala la Protezione civile. Già da questo pomeriggio sono attesi temporali o rovesci sull'Appennino centro-meridionale. Da domani, dalla seconda parte della giornata, è previsto un peggioramento più ampio sulle zone alpine e prealpine, con parziali sconfinamenti sulle circostanti zone di pianura, per l'arrivo di una perturbazione in transito sull'Europa continentale che investirà il settentrione. Sono attesi temporali, localmente anche intensi. Da giovedì i fenomeni di instabilità coinvolgeranno il settore nord-orientale e con progressivo interessamento delle regioni appenniniche centrali. VENERDI' NUOVA PERTURBAZIONE. Venerdì una nuova perturbazione farà il suo ingresso sull'Italia settentrionale, con temporali sparsi, localmente di forte intensità che potranno essere accompagnati da forti venti, in particolare sui settori di ponente. Nel corso della settimana le temperature registreranno una generale diminuzione, specialmente al nord. Un miglioramento delle condizioni del tempo è previsto per sabato, quando l'Italia sarà raggiunta da correnti nord-atlantiche, fresche e stabili. RESTA L'ALLERTA ONDATE CALORE A ROMA. Anche domani nella Capitale è allerta ondate di calore. Il termometro dovrebbe raggiungere i 31 gradi, ma la massima percepita delle 14 sarà di 34 gradi, secondo il sistema di allerta della protezione civile. Giovedì, Palermo e Catania saranno le città più a rischio, con un livello di allerta "arancione" (livello due). Nei capoluoghi siciliani, durante le ore più calde, la temperatura massima percepita sarà di 37 gradi a fronte di una temperatura dell'aria di 32 gradi.

Red/Gtz

© riproduzione riservata