Sabato 18 Luglio 2009

Usa; Il presidente non è più astemio, Obama beve birra e martini

New York, 18 lug. (Apcom) - Dopo otto anni il presidente degli Stati Uniti non è più astemio. E' uno dei tanti elementi di rottura col passato portati a Washington da Barack Obama, che in sei mesi di governo ha già sorseggiato birra e martini, svariati bicchieri di vino e spumante e una serie di margarita, il drink delle cene a lume di candela con la moglie Michelle. Le immagini, seppure non frequenti, del presidente con un bicchiere in mano hanno scatenato anche le prime polemiche: gli americani sembrano essersi abituati all'idea di un presidente che non tocca alcolici, un modello inaugurato da Jimmy Carter e incarnato da George W. Bush. Per Bush si trattava di una questione morale: la lotta al'alcolismo, vinta dopo una lunga battaglia e con l'aiuto della fede, era una bandiera politica, non solo un tratto personale. Obama limita i suoi conflitti interiori alla lotta contro il fumo (aveva promesso alla moglie di smettere due anni fa e non c'è ancora riuscito) ma a un bicchiere ogni tanto non dice no. Qual è il suo drink preferito? Il suo è un palato eclettico e i cronisti della Casa Bianca (il sito Politico dedica un gustoso servizio alla questione) non sono per ora riusciti a metterlo a fuoco. Ad esempio, a New York, al Blue Hill del West Village, dove Obama e la first lady si sono concessi una cena romantica dopo uno show di Broadway, il presidente ha bevuto una serie di vini, quelli consigliati dallo chef insieme al menu da degustazione in cinque portate. Michelle ha bevuto due martini. I martini, senza ghiaccio, li hanno ordinati anche al Citronelle di Washington, in barba all'interminabile carta dei vini. Non li hanno neppure finiti e hanno pasteggiato ad acqua minerale. A febbraio, quando è andato a vedere una partita di basket, i Washington Wizards contro i Chicago Bulls, Obama ha bevuto una birra, com'è consuetudine sugli spalti. La notte della vittoria alle elezioni ha brindato con uno spumante sudafricano Graham Beck Brut. L'ultima cena al Topolobampo di Chicago, uno dei ristoranti preferiti della coppia che in genere pasteggia a margaritas, Obama ha scelto un menu degustazione con abbinamento di vini. Le polemiche sui drink presidenziali sono scattate dopo la birra alla partita. E' lecito che Obama si faccia vedere con il bicchiere in mano mentre l'economia americana è in ginocchio? Sarà un caso ma da quel momento Obama ha fatto attenzione a non toccare alcol in alcune occasioni dove la birra sarebbe stata una bevanda appropriata, la festa del superbowl e il barbecue per le famiglie dei soldati americani nel giorno dell'indipendenza, il 4 luglio.

Emc/Boz

© riproduzione riservata