Mercoledì 22 Aprile 2009

25 Aprile; Ciampi: Bene Berlusconi, sia festa senza rancori

Roma, 22 apr. (Apcom) - "Il mio sogno è di vedere celebrato il 25 aprile senza rancori e all'insegna dell'unità nazionale: Perché quella data vide l'Italia finalmente liberata dalla dittatura nazi-fascista e il Paese ricomposto nella sua unità territoriale dopo oltre un anno di dolorosa divisione". E' quanto afferma, in un'intervista al Corriere della Sera, l'ex capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi che approva la decisione del presidente del Consiglio di celebrare quest'anno la Liberazione e di chiudere così una "disputa infinita". Ciampi ricorda quella volta che nel 2005 Berlusconi partecipò - unica volta - alle celebrazioni al Quirinale. "L'importante è che allora - spiega il senatore a vita - invitato come sempre, il premier sia venuto. E per sua scelta. Senza pressioni o impulsi speciali da parte mia". E a chi parla di parificazione della resistenza e Repubblica sociale, il senatore a vita dice: "Questo non è possibile perché sarebbe un travisamento della verita'".

Bac

© riproduzione riservata