Sabato 30 Luglio 2011

Ucraina/ Incidenti in due miniere: 25 morti e 12 dispersi

Kiev, 30 lug. (TMNews) - Sono almeno 25 i minatori morti e 12 quelli dispersi in due incidenti avvenuti nello stesso giorno, venerdì, in due miniere ucraine: nel primo, un'esplosione provocata da una fuoruscita di gas metano, in una miniera di Lugansk, nella parte orientale dell'Ucraina, ha provocato 18 morti e 12 dispersi. Altri due minatori sono stati estratti vivi ma con ustioni gravissime. L'incidente ha avuto luogo nella miniera di carbone "Sukhodolskaia orientale", dove già a giugno s'era prodotto un incendio, che aveva provocato l'evacuazione dei minatori. In un altro incidente, dovuto al crollo di un pozzo nella miniera di Bajanova, nella regione di Donetsk, hanno perso la vita sette minatori, mentre altri quattro risultano dispersi. Circa 500 minatorei sono stati evacuati. Il presidente Viktor Janukovitch, che ha interrotto le sue vacanze in Crimea, ha proclamato una giornata di lutto nazionale per domani, mentre il premier Mykola Azarov ha annunciato la sua partecipazione alle esequie. Le miniere ucraine, concentrate principalmente nella parte orientale del paese, sono spesso teatro d'incidenti mortali a causa di sistemi di sicurezza obsoleti. La miniera di Sukhodolskaia è di proprietà della holding di Rinat Akhmetov, l'uomo più ricco del paese, primo finanziatore della campagna elettorale di Janukovitch. (fonte afp)

Fcs

© riproduzione riservata