Mercoledì 30 Marzo 2011

Libia/ Nato: ci sarebbero infiltrati di al Qaida tra i ribelli

Roma, 30 mar. (TMNews) - L'intelligence americana avrebbe avuto notizia di infiltrazioni terroristiche tra i combattenti dell'opposizione al regime di Muammar Gheddafi in Libia. E' quanto ha spiegato il comandante della Nato in Europa, l'ammiraglio James Stavridis, creando nuovo allarme sulla possibilità di attacchi terroristici in territorio libico e contro obiettivi della comunità internazionale. "Stiamo esaminando attentamente il volume, la composizione, le personalità, stiamo cercando di capire chi sono i leader di queste forze di opposizione", ha precisato l'alto ufficiale dell'Alleanza, secondo quanto si legge sul Telegraph. Ma mentre la leadership dell'opposizione sembra essere composta "da uomini donne responsabili" che combattono contro il regime, secondo l'ammiraglio, ci sarebbero infiltrazioni di "al Qaida ed Hezbollah", tra i militanti. "A questo punto", ha però precisato Stavridis, "non ho dettagli sufficienti per dire se c'è o meno una significativa presenza di al Qaida o di altre organizzazioni terroristiche".

Coa

© riproduzione riservata