Domenica 27 Marzo 2011

Libia/ La Nato inizia a eseguire le operazioni della no-fly zone

Roma, 27 mar. (TMNews) - La Nato ha iniziato a "effettuare le operazioni della no-fly zone" sopra la Libia e a imporre un embargo navale sulle armi. Lo ha indicato in un comunicato il generale canadese Charles Bouchard, chiamato venerdì a guidare le operazioni dell'alleanza atlantica in Libia. "Sono stato nominato comandante delle forze alleate per le operazioni di embargo. Abbiamo inoltre iniziato a effettuare con successo le operazioni della zona di interdizione al volo", ha precisato il generale Bouchard, che si è sistemato presso il comando delle forze alleate a Napoli. "Al fianco dei suoi alleati, la Nato farà tutto il possibile per impedire l'utilizzo della forza aerea e lo farà con cura e precisione in modo da evitare di nuocere alla popolazione della Libia", ha indicato questo generale tre stelle. "La nostra missione è di chiudere lo spazio aereo libico a tutti i voli, ad eccezione dei voli di soccorso e umanitari", ha detto. Le operazioni militari della Nato in Libia comprendono l'attuazione della no-fly zone e dell'embargo sulle armi, il tutto sotto mandato dell'Onu. Il generale Bouchard potrebbe successivamente assumere "il comando di tutte le operazioni militari", per proteggere i civili dalle truppe fedeli al leader libico Muammar Gheddafi se i 28 membri della Nato prendessero la decisione di assumere l'insieme di queste operazioni. Una riunione dell'alleanza atlantica a livello di ambasciatori è prevista oggi sulla questione d' un eventuale trasferimento alla Nato della responsabilità dell'intera campagna di Libia, in sostituzione dell'attuale coalizione formata intorno a Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna.

Fco

© riproduzione riservata