Domenica 20 Marzo 2011

Libia/Regime pronto a cessate il fuoco.Decollati tornado italiani

Roma, 20 mar. (TMNews) - Il regime di Tripoli ha annunciato di essere pronto al cessate al fuoco. Lo ha dichiarato un portavoce del governo in una conferenza stampa lasciando la parola a un portavoce delle forze armate libiche che ha letto un comunicato. "In conformità alla risoluzione 1973, le forze armate chiedono a tutte le unità militare di sospendere immediatamente dalle 21 di stasera le operazioni militari", ha detto il portavoce delle forze armate. Da Trapani Birgi sono intanto decollati quattro tornado italiani per una missione aerea sul territorio libico. Si tratta del primo intervento diretto di aerei italiani nella regione nell'ambito della missione Odissea all'alba. Il ministro delle Difesa Ignazio La Russa aveva detto che "otto aerei italiani erano pronti al decollo, affinché l'Italia potesse partecipare a pieno titolo alla missione". Tripoli intanto è sotto l'attacco della coalizione internazionale. Secondo l'emittente Usa Cnn la contraerea libica entrata in azione. Secondo la France presse, colpi di contraerea sono risuonati a Tripoli e vicino alla residenza del leader libico Muammar Gheddafi. I raid sulla Libia sono ripresi con intensità, con il calare della notte. Ma a sole 24 ore dall'avvio dell'operazione Odissey Dawn' (Odissea all'alba) contro il regime libico di Muammar Gheddafi, la coalizione internazionale guidata da Stati Uniti, Francia e Regno Unito deve fare i conti con l'opposizione ai raid aerei espressa oggi da Lega Araba, Cina e Russia. Tra i Paesi Arabi solo il Qatar ha apertamente sostenuto l'intervento occidentale contro il regime del leader libico Muammar Gheddafi, promettendo quattro aerei. In Italia, intanto, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha rassicurato: "Non siamo entrati in guerra. Siamo impegnati in un'azione autorizzata dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite".

Red/Kat

© riproduzione riservata