Domenica 20 Marzo 2011

Immigrati/ De Rubeis: No a tendopoli, si rischia una sommossa

Roma, 20 mar. (TMNews) - "Sappiamo che a bordo della motonave Palladio che collega giornalmente le isole Pelagie con il resto della Sicilia, vi sono materiali utili alla creazione di una tendopoli sul territorio isolano". Lo afferma il sindaco di Lampedusa, Bernardino De Rubeis, dopo che oggi il consiglio comunale dell'isola siciliana ha deliberato. durante un consiglio straordinario, di non volere sul territorio isolano la costruzione di una tendopoli. Nell'isola la popolazione è in stato di agitazione da giorni, a causa della presenza sull'isola di centinaia di immigrati "che girovagano su tutto il territorio liberamente": popolazione che, precisa De Rubeis, "non è disposta alla nascita di una tendopoli sul territorio isolano". Per questo il sindaco dell'isola chiede al commissario straordinario Prefetto Caruso, di bloccare l'arrivo sull'isola di Lampedusa delle tende che dovrebbero servire per gli immigrati che non possono essere ospitati all'interno del centro di Contrada Imbriacola. "Ciò in considerazione del fatto - spiega De Rubeis - che non escludo la possibilità di sommosse popolari all'arrivo della nave", previsto per oggi. Per scongiurare disordini; per potere controllare l'ordine e la sicurezza pubblica; chiedo ufficialmente di non fare sbarcare sull'isola il materiale utile alla costruzione di una tendopoli.

Red/Cro

© riproduzione riservata