Venerdì 11 Marzo 2011

Calcio/ Balotelli come Sculli, fermato da reazione allergica

Roma, 11 mar. (TMNews) - A pochi giorni dal caso del laziale Giuseppe Sculli anche Mario Balotelli ha accusato una apparente reazione allergica forte al punto da costringerlo a lasciare il campo. L'attaccante del Manchester City è tornato negli spogliatoi al 57' del match perso per 2-0 ieri sera in casa della Dinamo Kiev per l'andata degli ottavi di finale di Europa League e al momento è in dubbio per il quarto di finale di Fa Cup in programma domenica contro il Reading. "Mario ha avuto una reazione allergica", ha spiegato il tecnico del City, Roberto Mancini, al Daily Telegraph, "aveva il viso gonfio ma non so cosa sia stato". L'ex asso dell'Inter avrebbe iniziato ad accusare problemi durante l'intervallo. Tornato in campo per la ripresa, 'Super Mario' ha provato a continuare gettando la spugna dopo appena 12 minuti: "Sono uscito un minuto prioma dei giocatori e non ho visto Mario", ha raccontato Mancini, "lui poi ha detto che poteva giocare, ma aveva il viso gonfio". La possibile reazione allergica di Balotelli, dovuta a quanto pare all'erba del campo di Kiev, si è verificata quattro giorno dopo quanto accaduto a Sculli, costretto a tornare negli spogliatoi dell'Olimpico di Roma durante Lazio-Palermo a causa di un forte prurito al viso, al braccio sinistro e ad una gamba. Lo staff sanitario della Lazio si era visto costretto a tamponare l'attacco allergico somministrando al calciatore un antistaminico e del cortisone. La reazione allergica di Sculli, non ancora chiarita, potrebbe avere diverse cause: le spiegazioni possibili oscillano dai tipi di concimi utilizzati al tipo di erba passando per una tinta verde applicata ai campi per mascherare imperfezioni del manto erboso.

Grd-Caw

© riproduzione riservata