Sabato 12 Febbraio 2011

Calcio/ Juve-Inter,Leonardo:Sfida capitolo a parte nel campionato

Roma, 12 feb. (TMNews) - Se su Juventus-Inter "è stato già detto tutto ed è impossibile dire qualcosa di diverso", il discorso cambia, secondo l'allenatore nerazzurro Leonardo, cambia quando si pensa al significato che la sua squadra darà alla sfida di domani, perché "lo stimolo quando si affronta un avversario del genere è enorme" e i nerazzurri in questi casi "hanno sempre risposto alla grande". Alla vigilia del posticipo della venticinquesima giornata del campionato di Serie A, in programma domani sera allo stadio Olimpico di Torino, Leonardo non classifica però il match come decisivo. "Perché, a prescindere della posizione in classifica, questa partita rappresenta un capitolo a parte nel campionato", ha detto il brasiliano. "C'é una rivalità storica, ma, a prescindere dalla tradizione, per noi resta una partita importante per proseguire sulla strada che abbiamo intrapreso". E che ha portato la sua Inter (che mercoledì recupererà il match in casa della Fiorentina) a risalire fino al terzo posto, a -5 dalla capolista Milan e a +6 sulla Juve, ottava. "Non ci sono preoccupazioni specifiche, sappiamo come gioca la Juve anche se ultimamente cambia molto", ha detto Leonardo. "Anche noi nelle ultime partite abbiamo cambiato diversi uomini, ci sono degli aspetti dei giocatori che si valutano al momento, ci sono piccole valutazioni che possono incidere sulla scelta finale, ma questa squadra ormai una una identità molto chiara. Che partita sarà? Inter e Juve sono due squadre che provano giocare, quindi gli attaccanti potrebbero essere determinanti". Impossibile invece estorcere a Leo una frase sulle polemiche su Calciopoli che dal 2006 'avvelenano' le vigilie di tutti gli Juve-Inter. "Non ci voglio entrare, non mi interessa e credo che la gente si sia ormai anche annoiata", ha detto l'allenatore nerrzzurro. "A sistemare le cose devono pensare esclusivamente gli organi preposti".

CAW

© riproduzione riservata